Il Comitato Sarzana, che botta! al Comune: “Rendere pubblici i dati dell’inquinamento elettromagnetico e il Catasto delle antenne”.

SARZANA- Il Consiglio comunale continua a rinviare la discussione di una nostra petizione del 27 novembre scorso sulle misure volte a minimizzare il rischio derivante dall’esposizione alle onde elettromagnetiche soprattutto nei luoghi sensibili (scuole, aree giochi, sedi sanitarie) e densamente popolati in attesa di conoscere il parere legale sull’eventuale decadenza del Piano adottato il 21 aprile 2017 e mai approvato. Prima di sapere se il Piano è decaduto o meno, sarebbe fondamentale conoscere il livello di rischio a cui sono sottoposti i sarzanesi che vivono a ridosso degli impianti di telefonia mobile. I dati contenuti nella relazione ambientale del Piano erano ridicoli per numero. E’ rimasto lettera morta anche un ordine del giorno della maggioranza, primo firmatario Mario Torre, capogruppo del PD, votato nella seduta del Consiglio comunale del 20 settembre scorso, col quale si chiedevano nuovi rilevamenti. Di fronte a questo irresponsabile impasse il Comitato Sarzana, che botta! ha inviato al sindaco e al consiglio comunale una lettera, che alleghiamo, per chiedere che siano resi pubblici sul sito del Comune i dati sulle emissioni di onde elettromagnetiche dalle varie installazioni, il Catasto (obbligatorio per legge) degli impianti esistenti sul territorio comunale, le nuove domande dei gestori.

Abbiamo rinnovato questa richiesta, già avanzata il gennaio 2015, dopo aver scoperto tra gli atti del Comune che da allora è stata approvata nella disinformazione generale l’installazione di una nuova antenna e di una parabola al Collegio delle Missioni, luogo sensibile, sede di un presidio sanitario, a poche decine di metri dalla scuola primaria del Pavone e dal liceo Parentucelli. Nel 2016 fu spacciata come una modifica dell’impianto esistente. Ma Arpal nel formulare il suo parere parla chiaramente di nuova installazione (abbiamo il documento). Non solo: l’agenzia dell’ambiente dice che essendo le emissioni già elevate occorre il monitoraggio continuo. Analoga prescrizione è stata scritta per l’impianto di via Landinelli. E’ stato fatto?
Comitato Sarzana, che botta!
Advertisements
Annunci
Annunci