Francesco Battistini: “Terremoto in ASL, urgente una politica seria”.

LA SPEZIA- Gli arresti e i provvedimenti giudiziari dei giorni scorsi in ASL5 hanno messo in luce una situazione preoccupante che rischia di trasformarsi in un vero e proprio terremoto.

Ma più la situazione è difficile e più diventa urgente mettere in campo una Politica davvero seria.
Quella che non spara nel mucchio per creare un qualche facile consenso e che poi, alla fine, però non cambia nulla.
È necessario, invece, puntare a identificare e realizzare, anche nelle situazioni più devastanti come quella che ha investito il Sistema Sanitario della Liguria, un progetto per il futuro.
Un progetto che parta necessariamente da due elementi fondamentali: trasparenza e pulizia.
Chiederemo dunque all’Assessore alla Sanità, Sonia Viale, di relazionare e rispondere politicamente sulla questione appalti ai Gruppi consiliari che compongo l’Assemblea Legislativa.
Siamo ben consci che in queste ore è in corso un’operazione giudiziaria e non intendiamo, nel modo più assoluto, interferire ma abbiamo bisogno di chiarezza e la dobbiamo ai nostri concittadini.
È palese però che il sistema Anticorruzione non abbia funzionato affatto.
Nel 2016 l’Assessore Viale in occasione della prima seduta del Tavolo della Legalità disse che: “i fenomeni di corruzione all’interno del sistema sanitario minano il rapporto di fiducia con il cittadino”, sollevando dunque un problema evidentemente noto e annunciando, in quell’occasione, un intervento deciso, a partire dal Libro Bianco della Sanità.
È necessario dunque capire come la maggioranza abbia affrontato la questione partendo dal dato di fatto che comunque il meccanismo sia stato inefficace. Da qui vogliamo comprendere come si intenda affrontare questa emergenza sia per far sì che simili fatti non accadano più, o vengano stroncati sul nascere, sia per conoscere quali conseguenze possano esserci sugli appalti in essere, sul comparto operativo e sui servizi erogati al cittadino.
Nei mesi scorsi abbiamo assistito a scontri pesanti, tra la dirigenza Sanitaria e quella Amministrativa di ASL5, di cui si ha evidenza anche dalle intercettazioni pubblicate sulla stampa. Scontri che hanno coinvolto il settore appalti e che sono stati tra le principali cause delle dimissioni della Dottoressa Lodetti, la ex Direttrice Amministrativa di ASL5.
Per queste ragioni crediamo che la pulizia non possa prescindere dalla sospensione immediata, almeno temporanea, fino alla conclusione delle indagini e finché tutte le ombre non siano state dipanate, del Direttore Sanitario della ASL spezzina, la dottoressa Maria Antonietta Banchero. Ciò proprio in virtù di quanto emerso sui quotidiani locali con lo stralcio di intercettazioni su cui la magistratura dovrà necessariamente fare chiarezza, e fatti salvi comunque eventuali nuovi sviluppi.
Per guardare al futuro nei prossimi giorni depositeremo, in Consiglio, un atto per impegnare la Giunta a intervenire in Conferenza Stato-Regioni affinché il Parlamento discuta rapidamente la proposta di legge elaborata dalla CGIL in merito agli appalti e al relativo codice etico.
In linea con questa prepareremo e presenteremo una Proposta di Legge per la nostra Regione.
Francesco Battistini e Giovanni Battista Pastorino
Consiglieri Regionali
Rete a Sinistra/liberaMente Liguria
Advertisements
Annunci
Annunci