Biblioteca Mazzini, l’assessore Luca Piaggi: “Entro luglio riaprirà”.

LA SPEZIA- L’assessore ai Lavori Pubblici, Luca Piaggi, ha riposto nel pomeriggio di venerdì alle domande dei consiglieri nel corso della Commissione, richiesta da Massimo Caratozzolo, in cui si parlava della situazione delle biblioteche spezzine.

La prima questione riguardava la Biblioteca Beghi: di recente la stampa ha dato notizia di pioggia all’interno dell’edificio. “Si è trattato solo di un problema di piccole infiltrazioni” ha dichiarato Piaggie lo abbiamo risolto nell’arco di breve tempo. Ora è tutto a posto. La Biblioteca Beghi è un’importante opera, che sarà presto arricchita dalla realizzazione di due parcheggi“.

Più complesso il discorso riguardante la Biblioteca Mazzini, chiusa dal luglio 2015 con un ritardo (fino a oggi) di due anni nell’apertura. I lavori, infatti, sarebbero dovuti terminare il 22/03/2016, ma la Biblioteca resta ancora chiusa.

Luca Piaggi ha spiegato che, in fase di realizzazione dei lavori, si sono verificati alcuni problemi. L’edificio, denominato Palazzo Crozza, è vincolato dalla Soprintendenza, le cui direttive non collimavano con le esigenze dei Vigili del Fuoco e in pratica a ogni intervento questi due enti dovevano consultarsi tra loro e con il Comune, per stabilire quale fosse il modo migliore per mettere l’edificio in sicurezza rispettandone la struttura.

Nel mese di novembre 2017, con l’ultima variazione di bilancio, sono stati affidati ulteriori lavori necessari al completamento dei lavori. A dicembre, quindi, sono iniziati i seguenti lavori:

  • nuova perizia di lavori complementari affidati all’impresa appaltatrice
  • lavori di restauro di decorazioni e affreschi
  • lavori complementari relativi alle opere di prelevamento, trasferimento e ricollocazione libri
  • lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto elettrico antivolatili in facciata

In seguito, sarà completata la fornitura delle scaffalature e quindi la ricollocazione dei libri. Dopo un’ulteriore verifica dei Vigili del fuoco e salvo ulteriori impedimenti, la biblioteca riaprirà al pubblico entro giugno/luglio.

I costi. I costi previsti ammontavano a 1.370.000 euro. Alla fine i lavori saranno costati 1.565.000 euro: un aumento fisiologico e contenuto, afferma Piaggi.

 

Advertisements