Palmaria e Archeologia Militare: Mangia Trekking con il Politecnico di Milano.

Ben   44  studenti universitari della facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, insieme ai loro professori Paolo Citterio (  progettazione architettonica, si occupa di progetti con forte valenza pubblica in Italia e all’estero ), Carlo Togliani ( storia della città e del territorio, esperto delle tecniche costruttive storiche applicate all’architettura), Chiara Lanzoni ( progettazione urbanistica e  paesaggio), saranno prossimamente (5 – 6 – 7 Aprile 2018) sull’isola Palmaria per un workshop dedicato allo studio delle fortificazioni militari dell’isola. Esprime soddisfazione  Mangia Trekking che da parecchi anni lavora a questo risultato di valorizzazione e promozione delle strutture militari dell’isola. Il professor Paolo Citterio, autorevole associato del sodalizio dell’alpinismo lento, con tale iniziativa, contribuisce sicuramente a sviluppare questa importante impresa per il territorio ligure.

Il programma del workshop sarà articolato con sopralluoghi e rilievi degli studenti nelle varie parti dell’isola e vi sarà una giornata conclusiva, aperta agli ospiti ed al pubblico, presso il Forte Umberto Primo, ove verrà descritto il lavoro fatto ed il programma di lavoro. A questa prima fase seguiranno attività nei prossimi mesi, e vi sarà un evento che concluderà la ricerca, con la mostra dei lavori finali. A caratterizzare il valore dell’iniziativa, vi è già l’ adesione di  importanti esponenti del mondo dell’Architettura. Quali, Gianluca Peluffo ( Architetto italiano tra i più noti a livello internazionale – autore della Sede bnl-bnp paribas a Roma, Docks di Marsiglia, sede IULM a Milano, Palazzo del cinema di Venezia, ecc.) e Luca Dolmetta ( Progettista del recupero del patrimonio storico ( recupero Castello dei Doria – Imperia, restauro della Chiesa Fortezza di San Pietro a Lingueglietta, ecc.). Si concretizza così, un ulteriore sviluppo di quell’antico  progetto di Mangia Trekking, secondo il pensiero del Generale Piero Pesaresi e dell’ l’Ammiraglio Dino Nascetti,   per contribuire a far conoscere  la Pamaria e il territorio spezzino in generale, attraverso un percorso fatto di  sentieri e fortificazioni militari.

Advertisements