Le visioni polemiche dell’assessore ai LL.PP Dottor Piaggi che confonde la “partecipazione pubblica con le chiamate dei cittadini”

LA SPEZIA- Leggendo la risposta data dall’Assessore Piaggi sul quotidiano che pubblicava il comunicato stampa, mi è parso che abbia scambiato il valore della PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA con i rapporti personali con i cittadini. Infatti, per un’informativa a 360°, basta organizzare confronti con i cittadini, portatori di interesse sugli argomenti da trattare, evitando di selezionare chi incontrare o no e, nel suo ruolo, si assume le responsabilità insieme alla Giunta. Infatti diamo tutta la nostra disponibilità collaborativa per questa finalità informativa e la massima condivisione sulle scelte per la città.

Devo però dire che nonostante da mesi (ottobre per essere precisi) si sia richiesto un incontro sui problemi legati alla pianificazione, sulla destinazione d’uso delle aree e per il lavoro ad oggi nessuno di noi ha avuto un riscontro.  Coloro che dovevano intervenire erano le associazioni ambientaliste locali ovvero Legambiente,Italia nostra,V.A.S. Comitati Spezzini e coordinamento dei quartieri del levante ma,mentre altri interlocutori hanno avuto il piacere di essere da voi ascoltati, noi no perché noi siamo quelli che danno fastidio in quanto diciamo le cose come sono e non ci accontentiamo delle parole, ma vorremmo i fatti. Io non conosco personalmente l’Assessore Piaggi e non ho avuto per ora motivo di telefonargli per cui non ho neanche il suo numero,non ne ho necessità, spero solo che non se la prenda a male per la mia risposta alle sue osservazioni.

Franco Arbasetti, V.A.S. Onlus

Advertisements