Fuori Luogo un evento speciale per il 40° Anniversario del Sequestro Moro – Daniele Timpano con il suo spettacolo pluripremiato “Aldo Morto_Tragedia”

La stagione Fuori Luogo (organizzata da Scarti, Balletto Civile e Casarsa Teatro con il sostegno di Compagnia di San Paolo e del Comune della Spezia) dedica un evento speciale al Quarantennale del Sequestro Moro, avvenuto il 16 marzo del 1978.

Verrà ospitato sabato 17 marzo alle ore 21.15 al Dialma Ruggiero, uno degli spettacoli più significativi degli ultimi anni, vincitore di numerosi premi nazionali, tradotto all’estero e con oltre 150 repliche in tutta Italia: “Aldo Morto_ Tragedia” della compagnia Timpano/Frosini con in scena l’istrionico Daniele Timpano, autore anche del testo.

L’attore è stato protagonista nel 2013 anche di una performance che ha destato scalpore e suscitato l’interesse dei media, chiudendosi per 54 giorni (come i giorni di prigionia dello statista) in una cella simile per dimensioni a quella che tenne prigioniero Aldo Moro, ricostruita al Teatro Orologio di Roma, trasmettendo una diretta streaming h24 e andando in scena ogni sera con lo spettacolo.

Lo spettacolo: Un attore nato negli anni ’70, che di quegli anni non ha alcun ricordo o memoria personale, partendo dalla vicenda del tragico sequestro di Aldo Moro, trauma epocale che ha segnato la storia della Repubblica italiana, si confronta con l’impatto che questo evento ha avuto nell’immaginario collettivo. In scena, assieme al suo corpo e a pochi oggetti, solo la volontà di affondare fino al collo in una materia spinosa e delicata senza alcuna retorica o pietismo.

“Desolato, io non c’ero quando è morto Moro. Aldo è morto senza il mio conforto. Era il 9maggio 1978. Non avevo ancora quattro anni. Quando Moro è morto, non me ne sono accorto.Ma dov’ero io quel 9 maggio? E cosa facevo? A che pensavo? E soprattutto a voi che ve ne importa? È una cosa importante cosa facevo e che pensavo io a tre anni e mezzo? Aldo è morto,poveraccio. Aldo Moro, lo statista. Che un certo Moro fosse morto l’ho scoperto alla televisione una decina di anni dopo, grazie a un film con Volontè. Un film con Aldo morto. Ci ho messo un po’ a capire fosse tratto da una storia vera. Oh, mio Dio! Hanno ammazzato Moro? E quando? Perché? E come? Lo hanno trovato nel bagagliaio di Renault 4 rossa, undici colpi sparati a bruciapelo addosso. Oh, mio Dio! Hanno ammazzato Moro! Brutti bastardi. Evabbè, pazienza. Niente di importante. Cose che capitavano negli anni ’70. Bisognava fare la rivoluzione. Chi? Brigate rosse. Era il 9 maggio del 1978. Non avevo ancora quattro anni. Brigate rosse, sì. Ma rosse in che senso?”

CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE  tel 375- 5714205 mail: prenotazioni@fuoriluogoteatro.it
o direttamente dal sito www.fuoriluogoteatro.it
BIGLIETTI Studenti scuole superiori: 5€ – Under 30: 10€ – Intero: 15€

Sabato 17 marzo ore 21.15 Dialma Ruggiero

Aldo Morto_tragedia
Frosini/Timpano

Vincitore del premio Rete Critica 2012
Candidato al Premio Ubu come “Migliore novità italiana”
Vincitore del premio Nico Garrone 2013 per il progetto “ALDO MORTO 54”

drammaturgia, regia, interpretazione Daniele Timpano
collaborazione artistica Elvira Frosini
aiuto regia, aiuto drammaturgia Alessandra Di Lernia
oggetti di scena Francesco Givone
disegno luci Dario Aggioli e Marco Fumarola
editing audio Marzio Venuti Mazzi
Produzione Gli Scarti – Kataklisma
In collaborazione con Cité internationales des Arts – Résidence d’artistes

Advertisements