L’artigianato torna nelle scuole spezzine con l’iniziativa di Confartigianato: ‘Da grande vorrei fare l’artigiano’

LA SPEZIA- Un viaggio tra antichi e nuovi mestieri artigiani: lo hanno avviato nei giorni scorsi, grazie a Confartigianato, i ragazzi sui banchi delle scuole spezzine. I primi appuntamenti hanno coinvolto la Scuola Elementare dei Vicci, con la classe IV e la classe V, accompagnate dalle maestre, Daniela Sculli, Alessandra Montefreddi e Sabrina Meschi e la Scuola elementare Pia Casa Misericordia, con la classe IV e classi V e le insegnanti Graziella La Rosa, Lorenza Vezzoni e Maria Elisa Rolla.

L’incontro introdotto dalla funzionaria di Confartigianato, Antonella Simone ha visto la consegna ai ragazzi del libricino edito dalla Giunti editore di Firenze “Da grande vorrei fare l’artigiano”, un testo ideato appositamente per Confartigianato da Elisa Modugno che illustra in modo semplice ed immediato la realtà delle attività artigiane, dalle più tradizionali a quelle legate ai settori della tecnologia, dell’innovazione e della ricerca. Ma l’incontro con i ragazzi delle scuole da quest’anno ha anche un’altra finalità, grazie al progetto “Manteniamo il passo”, promosso da Ancos l’Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive di Confartigianato e seguito presso la sede di Confartigianato dalla volontaria Martina Clausi. Il progetto intende raccogliere dati, attraverso un questionario, sulle abitudini alimentari e sugli stili di vita dei giovani di età compresa tra i 9 e i 16 anni e delle loro famiglie, attraverso la diffusione di informazioni e consigli sulle abitudini alimentari più adeguate e sullo sviluppo dei valori educativi dello sport e del movimento più in generale. Nel corso dell’incontro la dott.ssa Caterina Taddei, della Sanitaria Lunense ha potuto illustrare ai ragazzi come mantenere una corretta postura. «E’ una grande soddisfazione – commenta il presidente della Confartigianato spezzina, Paolo Figolivedere il mondo dell’impresa entrare nelle scuole per far conoscere ai ragazzi i ‘segreti’ del mestiere e incoraggiarli ad immaginare e costruire un possibile futuro di formazione e di lavoro nel mondo dell’impresa, in particolare di quella artigiana. Il lavoro con le scuole, è stato avviato con lungimiranza dall’indimenticato Alfedo Toti nal 2004, da allora non abbiamo mai smesso. Da quest’anno oltre al tema del lavoro di impresa, grazie all’aiuto degli insegnanti parliamo ai giovanissimi anche di salute e corretti stili di vita».

Le scuole interessate ad aderire al progetto ed ad organizzare un incontro di presentazione, possono telefonare a Confartigianato La Spezia, tel. 0187.286655.

Advertisements