La “Boheme” di Zeffirelli dal Metropolitan al “Nuovo”.

LA SPEZIA- Arriva sul grande schermo l’opera più rappresentata dal Met: la Bohème nella versione di Zeffirelli con un cast di giovani star internazionali: dirige il Maestro Marco Armiliato. L’opera verrà trasmessa al cinema solo martedì 27 febbraio alle 19.45 in esclusiva al “Nuovo”.

Presentata nella classica produzione di Franco Zeffirelli, La Bohème vanta un cast di giovani star ad affiancare Sonya Yoncheva, che sarà la fragile Mimì, e l’acclamato tenore Michel Fabiano, nei panni del poeta Rodolfo; dirige il Maestro Marco Armiliato, che ha diretto al Met oltre 400 spettacoli, comprese 64 rappresentazioni della Bohème.

L’opera racconta la storia di un gruppo di amici e delle loro vite, trascorse in una fredda soffitta di un sobborgo di Parigi in cui, mentre affrontano una dura e crescente povertà, i loro grandi sogni artistici incrociano il dolce e indimenticato amore giovanile. Con un romantico ritratto della Parigi bohémienne e capitale dell’Ottocento, musiche memorabili e una storia d’amore tratta dalla vita quotidiana, La Bohème di Puccini ha conquistato il mondo, diventando una delle opere più amate dal pubblico e la più rappresentata nella storia del prestigioso Metropolitan Opera di New York.

Advertisements