Area Ex Sio, intervengono V.A.S. e Quartieri del Levante.

LA SPEZIA- L’Area ex sio e la proposta, secondo noi oscena, di utilizzarla per realizzare un nuovo centro commerciale, è diventato un nuovo palcoscenico politico di cattivo gusto per qualcuno che sventola situazioni di anni fa per giustificare la riesumazione di questo progetto inutile e dannoso. Invece di valutare le scelte giuste per un futuro di miglioramento e di tenuta delle attività commerciali nella nostra piccola città, il sig. Umberto Maria Costantini, insieme ad altri che la pensano come lui, si aggancia al  passato che ha portato alla costruzione del presidio delle Terrazze,avvenuto anni fa (cento di cui si poteva fare a meno, anche se per aprire quella COOP due altre sono state chiuse). Il tutto con l’intento di colpevolizzare chi ha sostenuto quel progetto e sfruttando la posizione di voltagabbana di alcuni per spingere ad utilizzare la EX SIO per un centro commerciale, loro dicono particolare e poco dannoso al commercio cittadino, ma si sa bene come vanno le cose,si progetta una cosa e poi si cambia progetto in corso d’opera.

Intanto riteniamo gusto precisare che un progetto di costruzione su quell’area, inquinata nel sottosuolo in particolare sotto l’aspetto idrogeologico, già stato presentato nel 2007, era  stato oggetto di lunghe discussioni finite con un nulla di fatto. Pare che oggi, a distanza di 11 anni, gli attori protagonisti sembrano essere gli stessi e gli intenti politici  collegati in modo strano e trasversale. Riconfermiamo la nostra ferma contrarietà all’apertura di questo nuovo centro commerciale sia pure esso con caratteristiche diverse anche perché, come detto sopra, tutto può essere cambiato sia come destinazione d’uso che come caratteristiche con motivazione di varia natura che in città abbiamo vissute più volte. Quindi il rischio permane, non solo,ma il rapporto bacino utenza e punti vendita rende il giudizio negativo tra costi e benefici nell’uso del territorio.

Per semplificare ricordiamo anche il giudizio durante la campagna elettorale dell’attuale Sindaco, giudizio che pare, come spesso accade quando si raggiunge il traguardo, sia stato cambiato di punto in bianco. Ma per favore, facciamo politica seriamente, non promettiamo agli elettori quello che sappiamo non faremo e soprattutto non demonizziamo coloro che non si affiancano a voi in queste malsane scelte. Si è visto che a fare il contrario di ciò che i cittadini vogliono,naturalmente perché giusto,non ci si guadagna mai infatti la passata legislatura è stata fermamente bocciata dei cittadini e le legislature durano 5 anni e 5 anni passano in fretta e forse i cittadini si sono svegliati e sono in grado di premiare chi fa bene e punire chi li ha delusi.

Franco Arbasetti, V.A.S. Onlus e Rita Casagrande, Quartieri del Levante

Advertisements