Le “ville” e i mulini di Levanto, con le Guide del Pennato.

Dalla baia di Levanto la vallata inizia angusta ma poi si apre ampia a ventaglio, in basso i vigneti, più sopra uliveti e rade pinete coprono i declivi fino al Monte Bardellone, formando un manto verde il cui strascico arriva al fondovalle. Sulle pendici delle montagne le numerose frazioni, nel dialetto chiamate ville, con le case dai tipici colori liguri strette intorno alla loro chiesa: Fontona, Chiesanuova, Legnaro, Gallona, Ridarolo, Pastine, Lerici, Vignana, Casella, Dosso, Groppo, Lavaggiorosso, Lizza e Fossato. Al centro della vallata spicca la mole dell’antica Pieve di Ceula, l’attuale borgo di Montale, risalente all’XI secolo, ma abitato già dalla gens Cela fin dall’epoca preromana. L’itinerario toccherà dieci di queste frazioni disposte a mezza costa, con il mare all’orizzonte attraverseremo uliveti e tratti di bosco, lungo le antiche mulattiere, fino alla “villa” successiva.Grazie ai tanti ponticelli supereremo canali ricchi d’acque che in passato alimentavano i numerosi mulini della vallata, nonostante l’abbandono alcuni sono ancora oggi in piedi, orgogliosi, con le grandi ruote metalliche pronte a muovere le macine, muti testimoni di un mondo rurale ormai scomparso Partenza ed arrivo dalla Stazione FS di Levanto. L’itinerario si svolge su sentieri e mulattiere acciottolate (brevi tratti di asfalto all’inizio e alla fine dell’anello). Non presenta tratti con acclività sostenuta, il tipo di percorso con saliscendi richiede allenamento alla camminata.

DATI TECNICI Itinerario ad anello di km 15,3 con 5 ore circa di cammino oltre le soste – Dislivello +/- mt. 680
RITROVO: Domenica 25 Febbraio 2018 ore 9.00 Stazione FS di Levanto
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: adulti € 15,00 – bambini (7-12 anni) € 8,00
La quota include: Servizio Guida Ambientale Escursionistica, organizzazione, assicurazione RC
DIFFICOLTÀ E (escursionisti) – Itinerario su sentieri e strade bianche, richiede un certo allenamento alla camminata, calzature ed equipaggiamento adeguati (scarponcini, zaino, acqua, cappello, giacca antipioggia)
In caso di maltempo l’escursione verrà rimandata – L’itinerario potrà subire modifiche per motivi organizzativi e di sicurezza – Posti limitati – Pranzo al sacco da portare da casa.

Prenotazione obbligatoria entro sabato 24.

Advertisements