CPS Follo: “Grazie a Fregosi inizia un processo partecipato per risolvere i problemi dei Cerri”.

FOLLO- Valeria Fregosi, capogruppo di minoranza dei Cittadini Partecipi e Solidali, esprime profonda soddisfazione per i lavori della Commissione Ambiente, svoltasi sabato 17 u.s. nel Comune di Follo e riguardante la situazione dell’impianto di gestione di rifiuti nella frazione Cerri.
In un contesto non facile, in cui si esprimevano con un sit-in le lecite preoccupazioni dei lavoratori della Ditta Ferdeghini, i lavori della commissione sono stati improntati affinché non vi fosse conflittualità tra le istanze dei cittadini residenti della frazione Cerri e quella dei lavoratori. Un lavoro proficuo, strutturato in un confronto propositivo tra le parti, dove ognuno ha potuto esprimere le proprie tesi e le proprie ansie e che finalmente ha visto alcuni punti fermi.
Dopo la relazione introduttiva della presidente Fregosi, una sintesi puntuale e documentale dei principali accadimenti dal 2013 ad oggi, che ha accolto e descritto lo sgomento di cittadini che dopo la scorsa commissione hanno visto disattese le loro aspettative di un adeguamento dell’impianto alla certificazione promessa e che ha permesso di dare voce alle istanze dei lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro. Si è passati quindi all’audizione del Sindaco, il quale si è esposto in prima persona per garantire il massimo impegno dell’amministrazione. La ditta dovrà procedere celermente nella realizzazione degli ampliamenti previsti, in conformità alle norme vigenti. Il tecnico della Ditta, l’ingegner Pennucci, ha affermato di dover incontrare la Regione mercoledì 21 febbraio p.v. per portare avanti sia l’iter per l’AIA che la fusione delle due società; l’iter in questione ha una procedura piuttosto lunga dai sei mesi ad un anno. Pennucci ha pertanto detto che il titolare della Ditta si impegna da subito, entro fine mese, alla presentazione di un progetto di un capannone/copertura mobile di 800 metri quadrati alta 9 metri, che porrà fine ai problemi dei residenti e permetterà ai lavoratori di riprendere la loro attività. Il presidente del comitato dei cittadini, ha manifestato le sue preoccupazioni, ribadendo che nessuno di loro ha mai espresso di volere la chiusura dello stabilimento e ha accolto l’invito dell’ingegnere a visitare lo stabilimento. Infine i lavoratori e la rappresentanza sindacale hanno spiegato la drammatica situazione, ringraziando la presidente Fregosi per la tempestività con cui è stata organizzata la commissione e la soddisfazione per il progredire verso la soluzione.
La presidente Fregosi ha ringraziato per il confronto positivo e collaborativo scaturito da tutti gli interventi. Si tratta di un inizio di percorso in cui è evidente che il tema della partecipazione sia la chiave di svolta e di inizio di un processo risolutivo, per la salvaguardia di valori imprescindibili per la vita di una comunità come la salute, il lavoro e l’ambiente. Chiudendo i lavori si è impegnata per la riconvocazione della commissione tra due mesi, per verificare e seguire i progressi dell’iter proposto e tenere aggiornati sia i cittadini residenti che i lavoratori.
Advertisements