Battistini e Pastorino: “In Consiglio chiederemo un Fondo per le scuole”.

LA SPEZIA- La costituzione di un “Fondo per le Scuole” con cui finanziare la messa in sicurezza degli edifici scolastici, evitando sperperi superflui come quello annunciato questa settimana in commissione territorio: un fantomatico “restyling” urbano a La Spezia, in odore di propaganda elettorale. Il gruppo consiliare Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria lancia la proposta con un emendamento in discussione durante la prossima sessione di assestamento di bilancio. «La riqualificazione urbana di strade e piazze è sicuramente importante; ma dobbiamo misurarci con priorità più stringenti, con le quali bisognerebbe fare i conti rapidamente e sgombrando il campo da facili slogan elettorali. Una di queste emergenze? La messa in sicurezza delle nostre scuole – dichiarano i consiglieri regionali Battistini e Pastorino -. Quando parliamo di edilizia scolastica pensiamo, in realtà, al futuro della comunità: bambini e ragazzi, che dovrebbero essere il nostro bene più prezioso».

«Inutile girarci intorno: le perizie sul patrimonio di edilizia scolastica ci mostrano, ovunque, edifici vetusti e ben lontani dai parametri minimi sul rischio sismico definiti dalla normativa nazionale vigente –sottolineano Battistini e Pastorino -. Ecco perché in commissione territorio abbiamo votato contro l’assestamento di bilancio, nella parte in cui prevede un dirottamento di fondi per una non meglio specificata riqualificazione urbana a La Spezia. Sarebbe un altro indebitamento della regione. Il restyling di una strada non vale la sicurezza dei nostri figli».

«Avremmo apprezzato se la giunta avesse mostrato attenzione vera per il territorio spezzino, destinando gli oltre 7,6 milioni di euro alla messa in sicurezza strutturale delle scuole della zona. Attivare un fondo regionale per l’edilizia scolastica: questa sì che sarebbe stata davvero un’azione ad ampio respiro. Oggi, invece, ci ritroviamo a fare i conti con un’occasione mancata; e con uno spot elettorale in più – concludono Pastorino e Battistini -. Presenteremo in consiglio un emendamento per costituire un “Fondo per le Scuole” e correggere questo investimento che giudichiamo, al momento, intempestivo e quindi sbagliato».

Advertisements