“Perché lascio il PD”: lettera di Danilo Torri a Pecunia e Michelucci.

SARZANA– Riceviamo e pubblichiamo da Danilo Torri, ex membro della segreteria PD sarzanese, questa lettera indirizzata a Federica Pecunia (PD La Spezia) e Juri Michelucci (PD Sarzana).

Egregi Signori,
con profonda costernazione intendo lasciare il Partito in quanto non mi riconosco più in esso, anzi , mi pone a disagio farne parte.
Sono sempre stato vicino al Pd dalla sua nascita, prima come simpatizzante, poi come iscritto e militante poi come dirigente, ma oggi è davvero giunto il momento di lasciare. Confidavo che in questi due anni potesse ritrovare il suo vero spirito di Partito, potesse ritrovare la forza del rispetto delle persone che sono lui vicine, del dialogo, dell’umiltà, delle capacità, della serietà, ma tutto questo purtroppo lo ha perso sia a livello nazionale che locale. La legge elettorale e gli ultimi eventi sono l’atto finale, i suoi rappresentanti guardano unicamente al loro posizionamento, non ai cittadini, esempio ne è chi nel 2015 impegnandosi di rappresentare la Liguria, perse con grande clamore e oggi invece cerca di andare nientedimeno a Roma candidandosi. Sono sempre più persuaso che più fai danni più ti premiano, dove sono il merito e le capacità?
A livello locale invece è ancor peggio. Ho sempre pensato che la politica debba essere una passione ed un servizio, non un lavoro, il gruppo dirigente locale avrebbe dovuto fare un passo indietro vieppiù dopo la pesante sconfitta alle scorse amministrative, sconfitta prevalentemente dovuta all’arroganza e supponenza da parte di chi indubbiamente non aveva ben governato la città di La Spezia, chiunque con un poco di dignità e buon senso l’avrebbe fatto, invece no e questo non è un esempio positivo per tutti noi militanti che togliamo tempo personale, tempo al lavoro ed alla famiglia per un ideale e per il bene comune dei cittadini.
Fare politica, la buona politica, è faticoso, ma dà tantissime soddisfazioni e purtroppo oggi non vedo più persone così, non vedo più attenzione verso i problemi concreti dei cittadini, non vedo più risposte, non vedo più i veri valori che hanno contraddistinto i grandi uomini di tempi passati, in sintesi non vedo più la vera politica. Ritenendomi una persona moralmente corretta e politicamente passionale non riesco più a seguire il PD, escludo in futuro di poter riconsiderare la mia decisione perché, è vero, che ci sono migliaia di brave e competenti persone che militano; ma esse non vengono messe in luce a discapito di altre incompetenti e impreparate.
Danilo Torri
Ex membro segreteria PD Sarzana
Ex iscritto PD

Advertisements