27° edizione di Telefisco: il resoconto di Mario Bonelli

Si è svolta venerdì 2 la 27esima edizione di Telefisco 2018, curata dal quotidiano Il Sole 24 ore, in collegamento con 164 sedi in tutta Italia; per la Spezia, la sala multimediale Tele Liguria Sud e la Sala Convegni dell’ODCEC della Spezia , hanno accolto i professionisti spezzini e utenti per ascoltare in tempo reale le relazioni degli esperti e i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate. Temi caldi sono stati IVA e fatturazione elettronica, in un contesto di contrasto agli illeciti fra speranze e delusioni. Chi fa le leggi spesso sono lontani dalla realtà delle piccole imprese e degli artigiani, chiedendo adempimenti troppo onerosi e sproporzionati rispetto a quanto incassa il  titolare di partita Iva. Le novità fiscali di quest’anno sono:  le nuove regole, molto macchinose,  di detrazione IVA , che creano un aggravamento ulteriore delle procedure, penalizzando i contribuenti  e creando molta confusione tra le fatture ricevute nel 2017 e quelle del 2018. Altro problema , è la fatturazione elettronica, anche per le realtà piccole e poco strutturate, non in grado di dotarsi di strumenti informatici adeguati. Altra novità rilevante, è il tema dell’acquisto carburante,  che dal primo di luglio 2018 (scompare la scheda carburante)e  per dedurre il costo del carburante, diventa obbligatorio il pagamento  elettronico  per i soggetti titolari dipartita IVA, con l’obbligo di certificazione tramite fattura elettronica. Difronte a questa serie di adempimenti onerosi, e novità fiscali, non è certamente secondario, l’appesantimento del lavoro degli studi professionali, basta pensare al famigerato “spesometro” dove vengono raccolti una mole enorme di dati  e che il recente invio telematico ,  ha creato non pochi  problemi  agli studi, ne è la prova che questo strumento è stato semplificato.  Attualmente siamo in regime di proroga per l’invio delle spese sanitarie (mod. 730) in quanto le stesse software house, non sono in grado di rispettare i tempi brevi delle modifiche fatte dall’Agenzia delle Entrate. Si spera almeno, che questi adempimenti così gravosi per imprese e professionisti,  dia risultati positivi  per la lotta all’evasione.

Mario Bonelli dottore commercialista in La Spezia

Advertisements