Legge targata Lega su promozione e tutela della lingua ligure in dirittura di arrivo in Regione.

GENOVA- Passo in avanti per la legge sulla promozione e valorizzazione del patrimonio linguistico-culturale ligure, soprattutto attraverso la sua conservazione e diffusione. La tutela della lingua della Liguria è sempre più necessaria dal momento che anche l’Unesco ha riconosciuto e censito il nostro lessico tramite l’iscrizione nel ‘Red book of endangered languages’ in cui sono elencati gli idiomi in via di estinzione”. Lo hanno dichiarato oggi il presidente di Commissione Stefania Pucciarelli e il consigliere regionale Alessandro Puggioni, primo firmatario della proposta di legge targata Lega in discussione stamane durante i lavori della III Commissione regionale Cultura.

Oggi in via Fieschi – hanno aggiunto Pucciarelli e Puggioni – abbiamo portato avanti la nostra iniziativa con le audizioni dei rappresentanti di varie associazioni culturali (Che l’inse, O Leudo, A Campanassa, Gilberto e Rina Govi, Ca de Puio, A Compagna) e del presidente della Consulta ligure delle associazioni per la cultura, le arti, le tradizioni e la difesa dell’ambiente. Tra i vari obiettivi contenuti nella proposta di legge in discussione, ci sono anche quelli di dare più spazio all’informazione e all’utilizzo attivo della lingua ligure sui portali del sistema di Regione Liguria. Inoltre, è prevista l’istituzione di un Osservatorio per la lingua ligure, costituito anche da esperti di settore, che avrà tra le sue finalità l’accrescimento del lessico e del patrimonio storico della nostra regione. Stamane è apparso evidente che sia necessario preservare la lingua ligure e le tradizioni culturali per mantenere integra la nostra identità”.

Stefania Pucciarelli, presidente III Commissione regionale Cultura e consigliere regionale Lega Nord Liguria

Alessandro Puggioni, consigliere regionale Lega Nord Liguria

Advertisements