Bosco Nocciola e Farnocchia L’Alpinismo Lento che fa conoscere i territori e propone la loro miglior immagine

Si tratta di un progetto ideato da Mangia Trekking.

Denominato “Toponomastica e tradizione”, il suo programma viene sviluppato dall’associazione medesima  sulla base della recente e molto importante collaborazione con il Parco Regionale delle Alpi Apuane.  All’insegna dell’escursionismo responsabile e della valorizzazione dei territori, il piano delle attività vuol portare, nello specifico, l’attenzione sulle ricchezze turistico-culturali dei paesi apuani.  Gli antichi cammini  delle comunità locali, i primitivi mestieri, ed il tener viva la cultura e la memoria storica dei luoghi, sono il filo conduttore del progetto messo a punto da Mangia Trekking. Un alpinismo lento che si è ormai affermato, e va producendo veri e propri “stili di vita e di movimento”. Mentre contribuisce a richiamare sempre più escursionisti sui territori, come viene da tante parti riconosciuto, produce effetti di tendenza, e concorre a ben presentare, far conoscere, e vivere il tempo libero nei luoghi. Con un piacevole ritorno ai tempi passati, capace anche di  muover economia. Nell’ultima attività organizzata dall’associazione, è stata portata la lente d’ingrandimento sul paese di Farnocchia, il cui toponimo deriva da bosco di nocciole. Un bel paese, ricco di storia, esposto al sole e che tanto deve alle piante di castagno, le quali nei secoli hanno rappresentato una sua fondamentale risorsa. Il commercio, la produzione di carbone e la coltivazione della canapa furono tra le altre importanti e storiche attività dei suoi abitanti. Situato lungo il cammino che conduce sul panoramicissimo monte Gabberi, il primo abitato di Farnocchia risulta risalire al 789 e nel corso del tempo, l’abitato fu distrutto in più occasioni. L’ultima l’8 agosto 1944 dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale. Con una giornata di molto piacevole alpinismo lento, aperto a tutti, l’associazione è salita prima sul monte Gabberi , poi ha visitato l’abitato di Farnocchia con  la sua Pieve rinascimentale, ed ha concluso la giornata con una, molto apprezzata, piccola degustazione di prodotti tipici, presso l’unico caratteristico locale del luogo, la trattoria a conduzione familiare. L’associazione Mangia Trekking mentre invita tutti coloro che lo desiderano ad unirsi a queste periodiche iniziative di Alpinismo Lento, consiglia a tutti gli appassionati, sia singoli che in piccoli gruppi, anche familiari, a salire a Farnocchia in Versilia, per visitare il borgo e respirare un tratto di storia antica, osservando attorno scorci di autentica bellezza naturale.

Advertisements