Molo Pagliari, intervista a Serena Spinato (Italia Nostra)

LA SPEZIA- In occasione dell’incontro di giovedì prossimo al Centro Allende sul Molo Pagliari, pubblichiamo una breve intervista alla professoressa Serena Spinato, di Italia Nostra.

Perché, professoressa Spinato, avete organizzato questa “maratona” di 5 ore per gli eventi di EXODUS che già sono noti?
 Sì, la definirei proprio una bella e ricca maratona tra documenti e rare foto d’epoca, ricordi di testimoni dell’evento e  suggestioni letterarie in ottima compagnia… 5 ore sembrano tante, ma non lo sono se rapportate alla grandezza morale dei fatti spezzini della  primavera 1946: un’intera città (già immiserita dalla guerra) mobilitata per portare nutrimento e assistenza ai 1014 profughi ebrei dei campi di sterminio che, sulle due navi Fede e Fenice, ancorate appunto al molo Pagliari, sono rimasti  ben due mesi fermi, in attesa del permesso di partire verso la Palestina, in cerca di una nuova possibilità di vita!
Chi avete invitato?
Ci saranno tanti ospiti: saggisti e romanzieri come Ferrari (creatore del premio Exodus), Cavanna e Scaramuccia, uno studioso e collezionista di preziosi documenti storici come Danese, esponenti del centro interreligioso e del gruppo Samuel, come la Eguez.  L’invito, rivolto a tutta la città, è diretto e va esteso,  specialmente ai giovani e giovanissimi, perché vengano a conoscere un tratto di storia importante. Contiamo  che tutti possano  dialogare con i relatori.
Cosa pensate di ottenere rispetto al Molo Pagliari?
Che non venga di fatto cancellato dalla città fisica  e dalla memoria morale, come ora sta per avvenire, ma che diventi un luogo deputato alla vita e al ricordo, una “piazza sul mare”in cui i cittadini possano  recarsi liberamente e sostare, in presenza di un piccolo monumento e, reperendo le risorse, di un antiquarium ove custodire preziosi e antichi reperti, in possesso della comunità ebraica di Spezia, ma degni di adeguata collocazione. Tutta l’area, così valorizzata, potrebbe costituire un polo attrattivo per l’intera città e per i visitatori di passaggio!
Advertisements