Effetto Spezia: “Il sommergibile-museo non sia messo da parte per fare posto a speculazioni edilizie”

LA SPEZIA- “Abbiamo appreso che il progetto del “sommergibile visitabile”, al quale sta lavorando da anni, con il consueto eccellente impegno, l’ammiraglio Nascetti, sta subendo degli intoppi. Tale circostanza, che pare confermata da una recente dichiarazione dell’assessore Asti, non può che destare, da parte della nostra Associazione, una serie di forti preoccupazioni”.

Così, in una nota a firma del presidente Fabio Vistori, l’associazione Effetto Spezia “fa appello al sindaco Peracchini affinché la sua amministrazione non accantoni l’iniziativa portata avanti da Nascetti, che consentirebbe alla città di realizzare, sul suo fronte-mare, una straordinaria attrazione culturale e monumentale, capace di coniugare le due identità di Spezia: quella storica, legata alla tradizione navale e marittima e quella che aspira ad assumere, di carattere turistico. Effetto Spezia -prosegue la nota- rinnova il massimo sostegno a questa operazione, coerentemente con gli impegni programmatici condivisi in occasione delle ultime elezioni
amministrative con la lista Per la Nostra Città e con lo stesso sindaco Peracchini. Siamo consapevoli delle difficoltà che progetti così
ambiziosi comportano, ma siamo altresì certi che un traguardo di questa natura ben giustifichi una manifestazione di volontà politica che sappia rendere possibile il superamento degli ostacoli posti lungo il percorso. Sarebbe grave se emergessero, per contro, volontà tese ad aumentare tali ostacoli anziché ad eliminarli. E ancora più grave sarebbe se si cessasse di coltivare con il dovuto impegno questo obiettivo, non credendo alla sua strategicità o – peggio ancora- volendo cedere alla tentazione di virare su scelte alternative, magari legate a uno sfruttamento immobiliaristico degli spazi di calata Paita che al momento dovrebbero accogliere il sommergibile-museo. Effetto Spezia – conclude la nota- conta di vedere, già nelle prossime settimane, un’evoluzione positiva della pratica, in modo da poter realisticamente ambire al traguardo di inaugurare la nuova attrazione museale possibilmente nel 2019, nel contesto delle celebrazioni cinquecentenario della morte di  Leonardo Da Vinci, del quale la stessa unità navale porta il nome.”

Advertisements
Annunci
Annunci