“Il referendum sull’acqua pubblica è inutile”: il Consiglio Comunale boccia la richiesta

LA SPEZIA- Un referendum che sarebbe inutile, che farebbe spendere solo dei soldi ai cittadini“: con queste parole, in linea di massima, il Consiglio Comunale odierno ha bocciato la richiesta di un referendum sull’acqua pubblica. In effetti questo voto è arrivato tardi in Consiglio, una settimana dopo il “” all’aggregazione Acam-Iren e solo un giorno prima della firma definitiva.

La richiesta era stata presentata il 25 settembre, ma alcuni ritardi burocratici hanno rallentato l’iter e si è arrivati a votare quando ormai era tardi. Nulla da fare, quindi: la maggioranza vota compatta per il no, l’opposizione si esprime a favore e la richiesta è respinta.

Il resto è il consueto battibeccare tra consiglieri, tra attacchi reciproci, accuse di “non essere democratici” e parlarsi addosso. Cambia il vento, è cambiata la Giunta e anche buona parte del Consiglio, ma il modus operandi non cambia mai.

Advertisements