Punteruolo rosso, palme sotto attacco. Il Comune interviene, ma il problema sono i privati

LA SPEZIA- Abbiamo segnalato qualche giorno fa questa palma di Via XXIV Maggio, proprio sotto le finestre del Comune, che presentava le caratteristiche di un attacco di punteruolo rosso.

La presenza del pericoloso parassita è riconoscibile dalla caratteristica forma “a ombrello”, ha risposto l’Ufficio del Verde, confermando i dubbi. L’agronomo Andrea Pucci ha inoltre specificato: “Le palme della nostra città subiscono una notevole pressione per la presenza del punteruolo rosso e nonostante da tre anni sia in atto un programma di prevenzione degli attacchi qualche insetto riesce a  lasciare un segno del suo passaggio. Questo perché come in tutti gli organismi, entrano in gioco diversi fattori che favoriscono o penalizzano l’effetto dei trattamenti. Tutte le palme comunali del genere Phoenix (circa 250) attualmente sono sottoposte a trattamento con il metodo SOSPalm (endoterapia+trattamenti  in chioma) che al momento ha dato discreti risultati, come dimostra un limitato numero di attacchi rilevati“.

In effetti nel nostro territorio il punteruolo rosso non ha fatto i danni rilevati in altre città, almeno per quanto riguarda le palme del Comune, perché per i privati è un altro discorso. Infatti, ci scrive ancora il dottor Pucci, “le palme private e  quelle di altri enti sembrano abbandonate a se stesse come dimostra l’alta mortalità rilevata sul territorio comunale”. Questo nonostante l’informazione dei vari organi di stampa.

Per quanto riguarda la palma in oggetto, verrà presto effettuato “un intervento di risanamento della chioma consistente nella completa rimozione di tutti i tessuti attaccati dal parassita e con la rimozione di tutte le forme vitali dello stesso (larve, crisalidi e adulti)“.

Nel ringraziare l’Ufficio del verde per la cortese, sollecita e precisa risposta, ricordiamo ancora una volta che le palme malate vanno segnalate al Comune e che il punteruolo rosso è molto pericoloso e contagioso. Invitiamo quindi i cittadini a segnalare le palme che presentano segni di malattia.

Come si riconosce.
L’insetto adulto è un coleottero di 4, 5 cm di colore rossiccio che deposita le uova nelle parti più giovani e dunque più tenere delle piante. Dalle uova nascono le larve di colore bianco che iniziano a scavare gallerie nutrendosi delle parti più tenere della pianta. I primi sintomi riscontrabili sulle palme sono l’asimmetria della chioma e la presenza di foglie spezzate o con margini seghettati. Successivamente il danno si presenta sempre più intenso con la cima che si piega e la chioma che si appiattisce. La pianta, da un’osservazione a distanza, appare come appiattita.

L’indirizzo al quale rivolgersi è verde.pubblico@comune.sp.it 

Advertisements