Feste natalizie, le ASL liguri pronte a eventuali emergenze e sovraffollamenti

GENOVA- È pronto ad essere attivato in caso di necessità il Piano per affrontare eventuali emergenze e situazioni di sovraffollamento nei Pronto soccorso della Liguria durante il periodo delle prossime festività.

Sia le strutture ospedaliere, sia le Asl e tutto il personale – spiega la vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Vialesono pronti ad affrontare eventuali criticità grazie alle misure che abbiamo individuato, frutto del confronto e della collaborazione svolto nelle scorse settimane. Il Piano potrà garantire una migliore risposta alle necessità dei cittadini e dei tanti turisti che speriamo saranno presenti nella nostra regione in questi periodi di festa”.

Il Piano è stato elaborato nell’ambito del Dipartimento Interaziendale regionale dell’Emergenza Urgenza (Diar) e del Gruppo Operativo Ristretto Emergenza Metropolitano (Gore), organismi deputati al governo dei percorsi assistenziali che integrano l’area ospedaliera dell’emergenza-urgenza e l’area territoriale. Il documento è nato dall’analisi di misure di comprovata efficacia, concordate in quest’ultimo anno per poter attivare una serie di azioni che consentano di affrontare al meglio l’affollamento previsto e prevedibile nei Pronto soccorso durante il periodo delle festività. Tra le misure previste, articolate e dettagliate per ogni azienda in un’ottica integrata, il potenziamento capillare del servizio di Guardia Medica, il blocco dei ricoveri in elezione, l’attivazione di posti letto supplementari, la garanzia di organici a pieno regime nei Pronto Soccorso.

Inoltre, i Medici di Medicina Generale hanno condiviso la richiesta avanzata da Regione Liguria per garantire l’assistenza e l’apertura degli ambulatori nelle giornate previste nel periodo delle festività. Tale sinergia rappresenta un’importante rassicurazione per tutti gli assistiti, in particolare i più fragili. “Il nostro appello ai cittadini – aggiunge la vicepresidente Vialeè quello di rivolgersi in prima battuta al proprio medico di famiglia, che meglio di ogni altro conosce la situazione dei propri assistiti, e alla Guardia medica. Questo anche per limitare gli accessi cosiddetti ‘impropri’ nei nostri Pronto soccorso e contribuire a garantire un’offerta sanitaria di qualità”.

Recenti valutazioni nazionali riconoscono che il sistema di emergenza-urgenza ligure è altamente qualificato e efficace, dimostrando capacità di risposta tempestiva ai casi di particolare gravità, quali gli accessi classificati in codice rosso e giallo. “Si tratta di un primato – afferma l’assessore alla Sanità – che ben rappresenta la qualità del nostro sistema sanitario regionale. Ricordiamo ancora – conclude – che, in particolare nell’area metropolitana genovese, il servizio di Guardia Medica e continuità assistenziale è potenziato proprio in vista delle festività”.

Advertisements
Annunci
Annunci