DH Oncologico e Hospice Sarzana : l’improvvisazione al potere

GENOVA- La capacità di programmazione dovrebbe essere una delle doti principali di un buon amministratore, specialmente se pubblico. Ancora una volta gli atti legati alla gestione della sanità in ASL 5 dimostrano come non esista alcun tipo di programmazione sensata e come le decisioni vengano prese, apparentemente, senza un’analisi preventiva delle esigenze e delle conseguenze di quanto viene deliberato.

L’esempio dei locali del Day Hospital oncologico al S. Bartolomeo di Sarzana è emblematico. Una struttura preparata per gestire nel modo più adeguato le esigenze dei pazienti oncologici della Val di Magra, dopo 15 anni di attesa e una mobilitazione popolare con pochi precedenti nella città che, senza essere mai utilizzata, viene smantellata dopo un anno per far posto a uffici direzionali. Ma quello che lascia ancora più perplessi è la risposta ricevuta dall’Assessore Viale in merito ai motivi della decisione: l’inadeguatezza dei locali  allestiti per la tipologia di utilizzo previsto!

E’ di tutta evidenza come, nella migliore delle ipotesi, ci sia una gravissima omissione di analisi preventiva, se a distanza di 1 anno ci si accorge di questo problema e, soprattutto, qualcuno dovrà rispondere dei 28.000 € spesi per questo allestimento e che, evidentemente, potevano essere risparmiati. Ancora più preoccupante, forse, e’ la risposta al secondo quesito che abbiamo posto : dove verrà  quindi allestito il Day Hospital oncologico ?

Al 4° piano, al posto dell’Hospice che sarà trasferito, tra un anno, al termine dei lavori, nella struttura in fase di ultimazione davanti al nosocomio! Tralasciando il fatto che, a nostra specifica richiesta, ci fu risposto che la struttura sarebbe stata ultimata entro il 2017, è dei giorni scorsi la dichiarazione di ASL5 circa l’accordo con Coopselios per completare quella struttura in project financing, affidandola poi alla stessa cooperativa per 30 anni per un utilizzo come RSA.

Il dubbio è legittimo : ASL5 e Assessore non si confrontano sulle decisioni strategiche da prendere?

Intanto i cittadini pagano, senza avere i servizi di cui avrebbero necessità..

 Francesco Battistini

Consigliere Regionale

Rete a Sinistra/liberaMENTE Liguria

 

Advertisements