Ma davvero per il il trasporto su gomma l’investimento sulla filovia nella nostra città è stata una cosa azzeccata o,invece uno sperpero di soldi pubblici?

LA SPEZIA– Analizzando la situazione attuale e proiettandoci nel futuro forse l’investimento ed il progetto filovia da realizzare nella nostra città,risulta superato sia dal punto di vista ambientale,sia dal punto di vista finanziario,sia da quello funzionale considerata la necessaria flessibilità dei percorsi nel trasporto cittadino su gomma e sia sotto il punto di vista degli interventi di emergenza della Protezione civile. Attualmente le mete e le strutture filoviarie sono state realizzate solo in parte rispetto al progetto completo,ma è di fronte a tutti la realtà del parziale utilizzo della rete elettrica e,considerato che i mezzi bimodali acquistati quasi sempre ad energia tradizionale. Una cosa però è certa ovvero che il futuro del trasporto urbano non pare essere quello filoviario ma quello ad energia alternativa ovvero elettrica,con batterie ricaricabili e/o ad energia verde.

Considerando queste nuove tecnologie parrebbe uno spreco di risorse  la realizzazione attuale della rete filoviaria per questo si tratta di questione da rivedere sia per la nostra come per le altre.

A nostro parere sarebbe ora di non vivere alla giornata come fatto fino ad oggi ma si dovrebbero fare progetti seri su come predisporre la mobilità cittadina.

(Rita Casagrande e Franco Arbasetti)

Advertisements
Annunci
Annunci