Il Comitato Cernaia piange la scomparsa dell’ing. Bracco

LA SPEZIA – Ci ha lasciato 3 giorni fa l’ingegner Pier Paolo Bracco.

Autentico anticonformista in una società di omologati, spirito libero, sensibile al bello e al giusto, per la cui difesa era sempre in prima linea, Pier Paolo Bracco ha condotto in questa città innumerevoli battaglie per la salvaguardia, la conservazione e la promozione del territorio, del patrimonio storico, naturalistico e architettonico. Tra i fondatori del Comitato Difesa Scalinata Cernaia, nato nell’estate del 2010, l’ing. Bracco ha generosamente speso energie, risorse, competenze e creatività nella nostra lunga lotta, diventando un autorevole punto di riferimento anche per altri significativi movimenti ambientalisti, in città e provincia.
Il Comitato Cernaia tiene a riconoscere pubblicamente a Pier Paolo Bracco il suo fondamentale contributo nel mettere in campo una forza incredibile di idee, di contatti e anche di consenso. Per noi è stato un onore averlo al nostro fianco, poter ricorrere alla sua competenza, intelligenza e acutezza d’ingegno, trovandolo sempre disponibile, attento, pieno di iniziative e proposte.
Ma, soprattutto, giunto il momento di questo doloroso commiato, vogliamo ringraziare l’amico, il compagno d’avventura – di sopralluoghi, discussioni, progetti ed eventi -, per la comunità d’intenti che con lui abbiamo sperimentato, per la solidarietà e l’amicizia che restano ferme nella nostra memoria, e che nessuno o nulla potrà toglierci.
Salendo Scalinata Cernaia, nuotando nel mare della Palmaria, scrutando la linea dell’orizzonte dall’altura di Campiglia sarà impossibile non pensare a lui e non sentirlo vicino.

A noi, a tutti coloro che l’hanno conosciuto e stimato, il compito di continuare il suo lavoro.

(Per il Comitato Cernaia: Irene Giacché, Mauro Maraschin, Paola Polito, Roberto Venturini)

Advertisements