Antisismica, Sviluppo Economico, Edilizia e Sanità: arrivano soldi dalla Regione Liguria

LA SPEZIA- Arrivano altri soldi dalla Regione Liguria per antisismica, sviluppo economico, edilizia e Sanità.

Antisismica: 920.000 euro per lavori al Palazzo del governo della Spezia, dove hanno sede la Provincia e la Prefettura; 240.000 per la sede comunale di Maissana, dove trova spazio anche la Protezione civile;  242.000 andranno alla sede comunale e Centro operativo comunale di Rocchetta Vara.

Sviluppo economico: la Regione ha stanziato 500.000 euro per il Piano attuativo 2018, che si articola su azioni di: promozione delle eccellenze del territorio dei settori agroalimentare, florovivaismo, artigianato; impulso in ambito internazionale dell’economia del mare attraverso le filiere di settore; valorizzazione dell’high tech e delle start up innovative; promozione del brand-Liguria con partecipazione a fiere ed eventi nazionali e internazionali.

Edilizia: Ammonta a 400.000 euro il fondo nazionale assegnato alla Regione Liguria per le famiglie in difficoltà temporanea nel pagamento dell’affitto. Le risorse verranno assegnate a Filse e andranno ad alimentare il Fondo di garanzia sezione locazione già costituito dalla Giunta regionale per dare risposte più snelle ed efficaci a tutti quei cittadini del mercato di locazione privato che usufruiscono di un affitto a canone moderato.

Sanità: Proseguiranno anche nel 2018 i corsi di Memory Training e di Attività fisica adattata (Afa) rivolti agli ultra 65enni. La Giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale, ha stanziato 57.760 per promuovere e valorizzare le politiche sociali sui temi dell’invecchiamento attivo. Per quanto riguarda il memory training, dal 2013 ad oggi sono stati attivati 51 corsi che hanno coinvolto 1.106 anziani su tutto il territorio regionale. I corsi di Afa sono stati 248 e hanno coinvolto 5.931 persone over 65enni. Le risorse stanziate da Regione Liguria sono destinate ai Comuni capofila dei 19 Distretti Sociosanitari (3.040 euro per ciascun Distretto). La quota di finanziamento destinata ai corsi AFA è destinata sia a supportare la frequenza ai corsi delle persone indigenti con valore ISEE non superiore a 12 mila euro, sia alle attività di promozione dell’iniziativa. Per partecipare ai corsi non è necessario presentare un certificato medico (ex art.3 del DMS 24 aprile 2013), in quanto attività ludico motoria con ridotto impegno fisico. L’accesso ai corsi AFA può avvenire su indicazione del medico di medicina generale, sulla base della conoscenza dello stato di salute del proprio assistito; su indicazione dei Medici specialisti o delle equipe operanti nel contesto dei progetti AFA aziendali; con altre modalità previste dalle aziende sanitarie locali. I soggetti che svolgono il ruolo di operatori nei corsi AFA sono laureati in Scienze Motorie e/o Fisioterapisti con obbligo di formazione iniziale e periodica secondo i criteri forniti dal Coordinamento Regionale (massimo 20 partecipanti per ciascun corso). La partecipazione ai corsi di Memory Training è legata ad uno screening iniziale, effettuato da operatori competenti, per valutare l’idoneità degli iscritti. Vengono quindi organizzati dei gruppi, al massimo 20 persone per ciascun corso, della durata di 9 incontri, in cui il trainer (personale qualificato e specializzato) conduce gli esercizi per allenare le funzioni cognitive, migliorare e mantenere le proprie prestazioni neuropsicologiche, con benefici anche per l’autostima e la capacità di socializzazione.

www.regione.liguria.it

Advertisements
Annunci
Annunci