I tre Re magi precari, un’idea di Euristeo Ceraolo

Questo natale sarà diverso dal solito. Lontano dalle luci colorate che siamo abituati a vedere ogni anno, dai panettoni per chi festeggia l’evento annuale e i regali per chi è stato più buono. Come si può festeggiare senza pensare al prossimo? Se faccio una considerazione, che è anche il mio “pensiero” come posso essere felice se c’è gente intorno a me che è infelice? Come faccio a godere dell’atmosfera natalizia se mia sorella è disoccupata, se mio cugino è disoccupato, il mio amico è “Precario” e se la mia vicina di casa non riceve lo stipendio da mesi e alcuni lavoratori e lavoratrici hanno perso il lavoro e si trovano nella condizione di “cassaintegrazione” senza certezza per il presente imminente e il futuro prossimo? In queste condizioni mi ritroverei solo e in nessun modo potrei manifestare la mia felicità.
Lo status di lavoratore precario lo trovi, da Nord a Sud, in qualsiasi luogo d’Italia da San Remo (Im), Forlì-Cesena (Fc), passando per Rossano (Cs) e arrivando a Sant’Angelo di Brolo (Me).

Quest’anno, nella grotta dove è nato Gesù Bambino insieme a Giuseppe e Maria, il bue e l’asinello, i Re Magi, gli Angeli ed ai noti pastorelli e le pecorelle,  troveremo vicino i tre “Re magi Precari”.

Le tre statuine in formato su “scala” rappresenterebbero un po’ la vita è il percorso di un ex-precario della Scuola Pubblica, Euristeo Ceraolo (nativo di Rossano (Cs) ed è stato precario a Forlì) che con questa singolare ed unica iniziativa di questo genere ha voluto mettere in evidenza il disagio di tutti i lavoratori “Precari” e non solo, ricordando quando quel contesto lo ha vissuto in prima persona sulla propria pelle e adottando ogni volta forme di lotta creativa.

La prima statuina (uno dei tre Re magi precari) è una provocazione, con la maglietta “Euristeo precario… sposerò la Carfagna”.La provocazione è servita per far conoscere all’opinione pubblica il disagio che in quel periodo stava attraversando la scuola statale sia per i tagli alla Cultura, l’Istruzione Università e Ricerca e sia per i tagli al personale precario “Docente e Ata”.
La seconda statuina con lo slogan: “Euristeo Precario… ma Sto Cercando di smettere...
Ed infine la terza miniatura con la maglietta: Euristeo VIP (Vincere Il Precariato), che realizza foto con i “Vip” a sostegno dei lavoratori precari. Il presepe che ospita i tre “Re Magi Precari” lsi trova in un’unica esposizione nazionale, per tutto il periodo Natalizio, in occasione della manifestazione denominata “Natalitia 2017”, presso Palazzo S. Bernardino a Rossano (Cs).

Ingresso gratuito per il pubblico.

Buon Natale Precario.

Euristeo Ceraolo

Trovate Euristeo:

su Facebook: pagina ufficiale e gruppo

su Twitter: @euristeovip

su Instagram @euristeoceraolo

Advertisements
Annunci
Annunci