“Storie di Donne”. 300 donne si raccontano a Genova giovedì 7

GENOVA– Sono venti le finaliste della prima edizione del Premio letterario “Storie di Donne“, ideato dalla delegazione genovese EWMD, European Women Management Developement, network internazionale fondato nel 1984 a Bruxelles – presente in 14 Paesi compresa l’Italia – con l’obiettivo di incrementare e valorizzare lo sviluppo delle competenze professionali femminili.
La premiazione, che avverrà nel corso di un dibattito su stili di scrittura e introspezione narrativa, avrà luogo giovedì 7 dicembre 2017 alle ore 18 nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, in via Garibaldi 9, con la partecipazione della presidente EWMD Italia, Daniela Bandera. Al dibattito interverranno – oltre alle finaliste del concorso – la giornalista e scrittrice Silvia Neonato; le scrittrici Alessandra Lancellotti, Donatella Mascia e l’editore Stefano Termanini. In rappresentanza del Comune di Genova, l’assessore all’ambiente, ai servizi civici e all’informatica, Matteo Campora.

Le venti finaliste – che si sono affermate su circa 300 partecipanti da tutt’Italia, con racconti brevi di non oltre 20 mila battute – sono, in ordine alfabetico: Donatella Bignardi (con il racconto Margherita), Anna Bruni (Una notte di fine marzo), Francesca Camponero (Neela), Consuelo Consoli (Etichette di lavaggio), Ilaria Damonte (Spazio tra le righe), Laura Della Maggiore (La nostra agente a Marrakech), Tiziana Maria Fanutza (La vecchia), Giulia Finocchi (In trincea), Maddalena Frangioni (Una storia vera), Susanna Gori (Una, nessuna, tremila), Stefania Maida (Teresa), Gina Massari (Trent’anni dopo. Una storia Inventata?), Andreina Moretti (Un pesce fuor d’acqua), Alida Pellegrini (La ricamatrice di Bayeux), Agnese Pelliconi (Gioco di squadra), Graziella Percivale (Non sempre per caso), Stefania Ronzitti (Corsi e ricorsi), Maria Assunta Salvatore (Al sole), Gloria Venturini (La luce nella nicchia), Angela Villani (Carmen).

Tutte le finaliste verranno premiate, con la proclamazione delle prime tre vincitrici (già stabilite dalla giuria di esperte) i cui nomi però rimarranno segreti per tutti fino al giorno dell’evento. Simona Sabato, violoncellista e concertista diplomata al Conservatorio accompagnerà la cerimonia.
L’associazione EWMD ha lo scopo di supportare le donne nei loro percorsi di crescita attraverso la formazione e la predisposizione di percorsi ad hoc per accrescere competenze e sviluppo personale; monitorare e incentivare la crescita della presenza femminile nelle organizzazioni e nelle istituzioni; sviluppare relazioni con l’Università, l’associazionismo e il contesto sociale e politico; dare visibilità alle donne che con il loro percorso professionale e di vita possono portare esempi alle nuove generazioni; creare eventi specifici in partnership con altre associazioni professionali femminili; realizzare percorsi di formazione e nuovi format di apprendimento.

Per informazioni: dott.ssa Silvana Banacchioni, cell. 345.0893763

Advertisements
Annunci
Annunci