“Tesori svelati”: la mostra che conclude il ventennale del “Museo Lia”

LA SPEZIA- Un’importante mostra che  conclude le celebrazioni per il ventennale del Museo “Amedeo Lia”: “Tesori svelati“. Dieci bellissime opere di proprietà della Fondazione Carispezia e di Crédit Agricole, eccezionalmente prestate alla città. La mostra, che aprirà al pubblico domani, 3 dicembre e sarà visitabile fino al 21 gennaio, è stata inaugurata questa mattina alla presenza della stampa, del sindaco Pierluigi Peracchini, dell’assessore alla Cultura Paolo Asti, della dottoressa Marzia Ratti, di Paolo Gavini Responsabile area private Crédit Agricole Carispezia e di Elda Belsito, Consigliere di Indirizzo della Fondazione Carispezia. Presenti anche i due curatori della mostra, Francesca Giorgi, che ha parlato di future iniziative per coinvolgere, nelle visite, ragazzi con disabilità, e Andrea Marmori, che ha fatto una breve presentazione di ciascuna opera.

C’è molto Domenico Fiasella, pittore sarzanese vissuto tra il 1589 e il 1669, che studiò da Caravaggio e ne fu influenzato nell’uso rivoluzionario della luce. E c’è anche un “Torso di fanciullo” di Francesco Messina, al centro di un “siparietto” tra Peracchini e Asti. “Appena Asti ha visto la statua Messina” ha ironizzato il Sindaco “ ha subito detto che lo vuole esporre in città“, con riferimento alla recente polemica sulla statua di Costanzo Ciano.

Il Museo Lia rappresenta fin dall’inizio un esempio di buone pratiche tra privati e Istituzioni” ha dichiarato Marzia Rattie speriamo che si continui su questa strada“.

www.museolia.spezianet.it

 

Advertisements
Annunci
Annunci