Aggregazione Acam-Iren, Garavini: “Porterà un significativo miglioramento ai servizi.”

Venerdì 1 dicembre si è tenuta l’Assemblea dei Soci di Acam SpA, convocata per discutere dello Stato di avanzamento del progetto di “Aggregazione” del Gruppo Acam S.p.A. con il Gruppo Iren S.p.A.

L’Assemblea dei Soci, ascoltata la relazione dell’Amministratore Unico Gaudenzio Garavini, nel prendere atto dell’accordo tecnico raggiunto con Iren S.p.A., ha impegnato i Soci a procedere con l’ulteriore fase deliberativa, per quanto riguarda i Comuni, attraverso la convocazione dei rispettivi Consigli Comunali all’interno dei quali assumere i relativi atti deliberativi con l’obiettivo di concludere
questo importante processo decisionale entro il 31.12.2017.
A tale proposito il Sindaco della Spezia e Presidente dell’Assemblea di Coordinamento dei Comuni sottolinea come tale percorso sia iniziato con la precedente Amministrazione Comunale, rimarca i punti migliorativi, rispetto all’offerta Iren, oggetto dell’aggiudicazione del 23.06.2017, dell’attuale accordo e nello specifico:
1) L’ottenimento delle stesse condizioni di garanzia territoriale dell’occupazione per il personale operativo e non operativo sino alla fine delle concessioni in essere;
2) Il prolungamento da cinque a dieci anni della permanenza delle società Acam Ambiente e Acam Acque quali entità giuridiche e quali soggetti erogatori dei rispettivi servizi nei territori di riferimento con adeguate garanzie di governance in favore dei soci ACAM;
3) Miglioramento delle condizioni tariffarie sia sui rifiuti che sull’idrico, che include fra l’altro, l’estensione dello sconto sul rendimento previsto dalla regolazione di riferimento fino al termine della concessione (rispetto agli otto anni previsti dall’offerta);
4) L’accordo e il conseguente impegno del Comitato di Sindacato Iren a rappresentare ai soggetti competenti e legittimati ad assumere le decisioni in merito l’istanza dei soci ACAM di avere una rappresentanza in seno all’organo amministrativo di IREN.

L’Amministratore Unico Gaudenzio Garavini esprime soddisfazione per il completamento del progetto industriale alla base dell’Aggregazione, nello specifico si evidenziano, sino alla fine delle relative concessioni, i 189 Mln di Euro di investimento nel ciclo integrato idrico e i 30,7 Mln di Euro nel ciclo integrato dei rifiuti, che unitamente alla uscita anticipata dal 182 bis, alla estinzione del debito bancario in essere, ed al superamento delle restanti condizioni di esubero occupazionali, porteranno un significavo miglioramento dei servizi ai cittadini della Provincia della Spezia.

Advertisements
Annunci
Annunci