Massimo Lombardi, mozione su vendita souvenir Decima Mas all’interno del Museo Navale

LA SPEZIA- Riceviamo e pubblichiamo da Massimo Lombardi (Spezia Bene Comune)

Premesso che

  • La Provincia della Spezia è stata insignita della medaglia d’oro al valore militare secondo la seguente modivazione: «In venti mesi di duro servaggio riaffermava col sangue dei suoi figli le nobili tradizioni che nel primo Risorgimento la fecero proclamare la “primogenita”. Fucilazione, martiri, deportazioni, saccheggi e distruzioni non scossero la fierezza del suo popolo che, tutto unito nel sacro nome d’Italia, in cento combattimenti contro un nemico soverchiante, si copriva di imperitura gloria. Nella giornate della riscossa i suoi cittadini ascrivevano a loro privilegio ed onore la riconquista delle proprie case e delle libertà ed issavano sulla civica torre il santo tricolore consacrato dal sacrificio dei caduti.»

  • Il comune della Spezia ha fatto richiesta di concessione di Medaglia d’Oro al Valor Militare per Attività Partigiana alla città.

    Preso atto

che nei locali del Museo Tecnico Navale della Spezia è possibile acquistare gadget relativi al corpo militare denominato Xª Flottiglia MAS,

Considerato che

  • tra l’8 settembre 1943 e il 25 aprile 1945 tale reparto, che aderì alla Repubblica sociale italiana e combattè con i nazisti contro i patrioti partigiani italiani, si macchiò di crimini e di atti esplicitamente contrari alla convenzione dell’Aja, come la fucilazione di otto partigiani presi prigionieri in Valmozzola (17 marzo 1944);

  • il ritrovamento di seicentonovantacinque fascicoli riguardanti le stragi nazifasciste in Italia, “archiviati provvisoriamente” dal procuratore generale militare, garantirono l’impunità per i responsabili ancora in vita, scoperti nell’Armadio della Vergogna, riferiti a fatti compiuti da personale della Decima Mas.

    Ritenuto che

l’articolo 4 della Legge 20 giugno 1952, n. 645 “Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione”, punisce chiunque pubblicamente esalta esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo oppure le finalità antidemocratiche proprie del partito fascista

Il Consiglio Comunale della Spezia impegna la Giunta ed il Sindaco

  • a comunicare la presente mozione alla Provincia della Spezia, alla Prefettura ed alla Presidenza del Consiglio dei Ministri;

  • a chiedere al Ministero competente di ordinare l’immediato divieto di vendita e la rimozione immediata di souvenir richiamanti reparti che durante la Resistenza operarono al fianco dei nazisti;

  • a chiedere al Ministero competente di valutare eventuali profili di responsabilità relativi a detta situazione

Advertisements
Annunci
Annunci