Abbattimento “Plat”, il Sindaco risponde ai bambini

LA SPEZIA- Interviene anche il sindaco Pierluigi Peracchini .sulla questione del platano abbattuto al 2 Giugno. Dal suo profilo Facebook ha risposto alla lettera scritta dai bambini e da noi riportata qui (Platano del 2 Giugno..).

Cari bambini della 5^ C,

non so esprimere quanto le vostre parole e i vostri disegni mi abbiano sinceramente commosso. Non è facile per gli adulti comprendere il mondo dei più piccoli, e questa volta non posso fare altro che dispiacermi per il modo in cui Plat sia stato abbattuto. Già lo sapevate, purtroppo: Plat era malato e non c’erano per lui possibilità di cura. Nelle ultime settimane si era particolarmente aggravato e il rischio che non ho voluto né potuto permettermi è che con l’arrivo delle piogge potesse cadere e fare del male a qualcuno di voi. Topo Tobia ha resistito sull’albero finché ha potuto, ma anche lui era stato costretto ormai da tempo ad abbandonare la sua tana nell’albero e a nascondersi altrove perché non era più al sicuro. Lo immagino guardare dalla finestra della scuola Plat e sperare che questo triste giorno non arrivasse mai, ma l’autunno è arrivato. Non so spiegarvi perché gli alberi si ammalino fino a seccare completamente, smettendo di contornarsi di foglie che cambiano colore ad ogni stagione: è il grande mistero della vita, credo, e il dolore che proviamo a lasciare andare ciò che amiamo è infinito. Vi prometto, e una promessa è una promessa, che un altro albero sarà ripiantato, e invito Topo Tobia e tutti voi a ripiantarlo insieme a me: Plat non ci ha lasciato un vuoto, ma una ricchezza di esperienze che dobbiamo riversare tutte sul nuovo albero che avrà bisogno di cure per crescere, giorno dopo giorno, diventare la nuova tana delle avventure di Tobia e il protagonista delle vostre storie, dei vostri disegni, delle vostre canzoni. Le vostre parole oggi hanno ricordato in me qualcosa che un tempo conoscevo ma che con l’età adulta avevo dimenticato: l’essenziale è invisibile agli occhi.

Pierluigi

P.S. Grazie alla maestra Susanna Varese

Advertisements
Annunci
Annunci