Il Golfo di Spezia è Parco naturale: il cammino fino a Porto Venere per annunciare una proposta all’Ente Regionale

PORTO VENERE- Una interessante e molto gradita attività di alpinismo lento, a cura dell’associazione Mangia Trekking, per annunciare una proposta  che prossimamente sarà presentata alle autorità competenti. Infatti considerato che sono in corso diverse iniziative che vorrebbero sopprimere il Parco Regionale Naturale di Montemarcello Magra Vara, l’associazione Mangia Trekking  desidera esprimere e sottoporre all’attenzione, una propria idea. Che venga istituito  il Parco del Golfo dei Poeti  Magra Vara. Estendendo il territorio alle colline del Golfo di La Spezia ed alle sue fortificazioni costiere. Un numero maggiore di Comuni partecipanti e sicuramente un marchio di pari valore a quello delle Cinque Terre. In  prospettiva tale Parco potrebbe, a pieno titolo,  aspirare a divenire un Parco Nazionale con una maggiore ricaduta economica sul territorio. Nell’occasione Mangia Trekking ha condotto i partecipanti, dal quartiere di Fabiano a La Spezia, uno di quelli che si affacciano direttamente sull’Arsenale Militare Marittimo ( l’antica fortificazione militare, città nella città, da proteggere, valorizzare e promuovere ), verso la bellissima cittadina di Porto Venere. Un percorso molto  panoramico.  Attraversando in collina alcuni dei luoghi storici della tradizione e della cultura del territorio ligure: Coregna, Campiglia ed il Muzzerone. Dove si possono ammirare scorci naturali di rara bellezza. La giornata ha fornito all’associazione Mangia Trekking, attenta alle emergenze ambientali, anche l’occasione per constatare alcune situazioni relative allo stato di conservazione e manutenzione delle vie e dei sentieri attraversati, dove il sentiero tra Coregna e Campiglia davvero meriterebbe una maggiore attenzione.

Comunque, in sintesi, l’iniziativa dell’associazione Mangia Trekking ha voluto portare all’attenzione, una possibilità turistica per tutti, per il  tempo libero, dove i protagonisti sono il  Golfo dei Poeti e l’alpinismo lento. Camminare a lento moto, guardare, conoscere, sorridere e non accorgersi della strada percorsa. Vivere in quello che potrebbe essere sicuramente il Parco Nazionale tra i più belli e storicamente interessanti d’Italia.

Advertisements
Annunci
Annunci