Canottaggio speciale: La Canottieri Velocior protagonista al Trofeo Rowing For Tokyo.

LA SPEZIA – Si è conclusa domenica la 12° edizione della Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020, regata internazionale di Para-Rowing organizzata dalla Società Canottieri Armida in collaborazione con il Comitato Paralimpico Piemonte, la Federazione Italiana Canottaggio Piemonte e Special Olympics Italia. Un ringraziamento particolare va al Presidente Gian Luigi Favero, a tutti i soci, tecnici, atleti, famiglie, volontari e collaboratori che hanno contribuito in maniera determinante alla riuscita della manifestazione.

Quella del 2017 è stata un’edizione che ha visto un grande successo di partecipazione, una festa in cui sono stati esaltati i valori che lo sport sa esaltare, la competizione e l’agonismo, amicizia, divertimento, incontro con le diversità, passione… Altissima la partecipazione , con quasi 150 atleti di 14 società provenienti da tutta Italia, due giorni di iniziative, regate e gare su indoor Rowing;Progetto Rowing For All della Federazione Italiana Canottaggio e Iron Mind della Marco Berry Onlus – Magic for Children (entrambi supportati dalla Fondazione Vodafone Italia attraverso la piattaforma OSO – Ogni Sport Oltre), ospitati dall’Armida, questo numero è salito a quasi 200 unità. Come dimostrato dalla nostra regata, il canottaggio è uno sport inclusivo che può essere praticato da persone con disabilità intellettivo/relazionale, sensoriale e fisico/motoria.

La Canottieri Velocior 1883 presieduta da Domenico Rollo sulle acque del Po su imbarcazione 4 GIG di punta, conquista la medaglia d’oro, in gara 4 con Luca Tedeschi, Michele Fedi, Pino Cocco e Adele Gasparri ed in gara 2 i ragazzi di Rebecca Corsoni e Francesco Bernul con l’equipaggio composto D

da Gloria Cattani, Andrea Ciancio, Francesco Nieri e Gigi Pichi si aggiudicano il secondo gradino del podio. Nelle gare di Indoor Rowing bene gli atleti spezzini dove Michele Fedi concede il bis conquistando la seconda medaglia d’oro nella finale 3 maschile, davanti al compagno di squadra Luca Tedeschi che si aggiudica il secondo gradino del podio e Francesco Nieri al quarto posto. Ottimo quarto posto in finale 2 di Daniele Giacomazzi, nella finale 1 Luca Sommovigo sfiora il podio con un quarto posto, Andrea Ciancio in gara 4 si aggiudica un bellissimo quarto posto. Nelle gare femminili il sodalizio spezzino si conferma all’altezza del grande livello tecnico nazionale piazzando Gloria Cattani sul terzo gradino del podio ed al suo esordio nelle gare nazionali Virginia Dalcielo conquista la sua prima medaglia di bronzo e Aurora Maggiani sfiora il podio, ad accompagnare il Team ligure il Capo Delegazione Caterina Fulciniti, ed i volontari Michela Donati, Francesco Gasparri e Beppe Cento. È stato un fine settimana fantastico dove abbiamo voluto essere presenti un il numero maggiore di Atleti in un evento così prestigioso dove ci siamo confrontati con i migliori Atleti Nazionali del Canottaggio Speciale, un ottimo test per valutare la nostra preparazione tecnica e ritrovare tanti amici vecchi e nuovi. – racconta Pino Cocco referente della Società Spezzina. –  ringraziamo la Canottieri Armida per la grande organizzazione ed aver messo insieme tante iniziative importanti finalizzate al Canottaggio per persone con diversa abilita dove ognuno nella sua diversità ci rende tutti uguali e questa è la magia del nostro Sport inclusivo e unificato. E conclude Cocco nel suo ruolo di Coordinatore Nazionale del Canottaggio UISP. – ringrazio la Federazione Italiana Canottaggio per l’attenzione che in questi anni ha dedicato al Canottaggio Special Olympics, a l’enorme lavoro che sta svolgendo Paolo Ramoni Tecnico Nazionale Special Olympics sia in seno alla Federazione che dentro il Movimento del Canottaggio Speciale coinvolgendo e sensibilizzando sempre più Teams ad avvicinarsi e praticare questa bellissima disciplina sportiva. Un grande ringraziamento per il supporto dato alla nostra trasferta alla Associazione Su la Testa del Presidente Pasquale Giacomobono con i quali abbiamo iniziato un rapporto di collaborazione che ci permetterà di avvicinare nuovi ragazzi al Canottaggio sempre più convinti dell’importanza del nostro messaggio di inclusione. Anche il Presidente della Canottieri Armida Gian Luigi Favero ha voluto esprimere un suo pensiero;

L’edizione 2017 della Rowing for Tokyo – Paralympic Games 2020 è stata da record: dodici anni fa siamo partiti in 4, ora siamo in 200, un altro mondo! Questo successo è da condividere con tutti quelli che hanno creduto in questa manifestazione; devo ringraziare, in modo particolare, la Federazione Italiana Canottaggio e la Fondazione Vodafone per credere in questo sport. Sono particolarmente contento, inoltre, perché i ragazzi coinvolti e i loro genitori si sono divertiti, ritrovandosi per un paio di giorni in un ambiente che li ha visti protagonisti assoluti, ringrazio tutti i Tecnici dirigenti, Atleti e volontari per il grande lavoro svolto per l’organizzazione e questi fantastici due giorni, arrivederci a tutti sempre più numerosi al prossimo anno.

Advertisements
Annunci
Annunci