Il Presidente Guerri ha incontrato una rappresentanza di lavoratori dei servizi Oss e pulizie

LA SPEZIA- Un gruppo di dipendenti della ditta Coopservice, che ha in appalto dell’Asl 5 i servizi di Oss e pulizie, ha incontrato il Presidente del Consiglio Comunale Giulio Guerri, al fine di esporre le problematiche inerenti alla situazione lavorativa e alle conseguenti ricadute sulle condizioni di svolgimento dei servizi. “L’organizzazione del lavoro è tale da non rispettare la dignità del malato e da non garantire in modo idoneo la sicurezza igienica degli ambienti ospedalieri–  dichiarano i lavoratori- Le operatrici oss che fanno assistenza ai pazienti si ritrovano nei propri turni a dover svolgere mansioni di pulizia intervallandole all’igiene della persona e alla somministrazione del cibo ai pazienti. Una situazione che spesso ci viene rimproverata dagli stessi parenti dei degenti, esterrefatti nel vedere pulire i bagni dal medesimo operatore che dopo va dal malato per aiutarlo a consumare il pasto. Per gli operatori delle pulizie il nuovo appalto è impostato su carichi di lavoro pesantissimi e oggettivamente ineseguibili in modo consono, con turni spezzati che aggravano pesantemente il costo per recarsi più volte al lavoro a fronte di stipendi da terzo mondo. La carenza di igiene e pulizia quindi non è da addebitare al lavoratore, che deve svolgere il proprio lavoro in tempi strettissimi e inevitabile rischio di sommarietà, ma ad una cattiva organizzazione e gestione aziendale. Da ultimo ma non meno importante per la dignità di noi lavoratori, vi è l’annoso problema della mancata applicazione del livello e del contratto di appartenenza sanitaria.” – così concludono gli stessi.
Ho ascoltato con molta attenzione le problematiche riferite dai lavoratori che hanno voluto incontrarmi– ha dichiarato Guerri Nella consapevolezza della necessità che questi temi siano affrontati con urgenza e con i dovuti approfondimenti dalle Istituzioni, sarà mia cura portarli immediatamente all’attenzione del Consiglio Comunale, a partire dalla Conferenza dei Capigruppo e dalle competenti Commissioni”.
Advertisements
Annunci
Annunci