Politica, Effetto Spezia risponde a “No Va I nostri valori”

LA SPEZIA- Non ci va proprio di assistere impotenti al sistematico tentativo di distruzione del gruppo consigliare “Per la nostra città” che proprio noi di Effetto Spezia abbiamo con il nostro appoggio contribuito  a portare là, dove ora si trova, ovvero nella compagine di governo della nostra città. Ancor meno ci piacque da subito, essere testimoni del  tentativo di spaccare quel fronte del dissenso di cui Giulio Guerri e il nostro ex Presidente Massimo Baldino sono tra i principali esponenti. Quel fronte che ha permesso a Spezia di voltare finalmente pagina scardinando dopo quasi 50 anni il dominio piddino.
E’ per questo che vogliamo esprimere tutta la nostra amarezza nel leggere esternazioni a mezzo stampa assolutamente non condivisibili, deliranti e inconsulte  da parte di alcuni nostri ex associati, oggi fondatori dell’ennesima associazione politica inneggiante a valori, che ci auguriamo non siano solo quelli della costante “rissa personale” volta alla demolizione di qualcuno invece che alla costruzione di qualcosa.
Con i signori di “Nova i nostri valori” abbiamo infatti convissuto mesi, prima come compagni di avventura nella interminabile campagna elettorale che ci ha visti sin dal primo momento accanto all’attuale Presidente del Consiglio Giulio Guerri, e poi successivamente impegnati, quasi quotidianamente, a tentare una qualche forma di mediazione volta a sedare beghe di carattere personale che nulla avevano a che vedere con una qualche forma di progetto politico di una qualsiasi utilità per la città.
In realtà mentre la nostra Associazione “Effetto Spezia” tentava, nell’interesse generale, di evitare spiacevoli uscite pubbliche da parte
degli attuali signori di “I nostri valori” essi, scavalcando tutti e dunque a nostra insaputa, chiedevano appuntamenti al futuro  e poi
attuale Sindaco Peracchini alla ricerca di posti di controllo, assessorati, e gratificazioni personali, dimostrando una visione
veramente arcaica della politica.
Qualcosa che assolutamente rifiutiamo e che non ci appartiene.
Allo stesso tempo, sempre i medesimi signori, tentavano scalate anche all’interno della nostra associazione, mettendo in discussione più volte il sottoscritto, già pochi giorni dopo il passaggio della presidenza  nelle mie mani da parte del nostro Consigliere Comunale e fondatore Massimo Baldino.
E’ oggi anche bene ricordare che la nostra associazione ha contribuito in modo determinante alla affermazione  sia del nostro Consigliere  che della prima dei non eletti Nadia Zaborra, questo  anche in virtù del possibile accoppiamento di voto  uomo-donna che ha portato alla Zaborra gran parte dei voti di Massimo Baldino, sicuramente più noto e visibile della prima dei non eletti.
Ci saremo aspettati un po’ più di rispetto, da parte di chi abbiamo accolto veramente come fratelli, invece che continue prove di forza
all’interno del gruppo.Una lista civica che senza nessuna forma di sovvenzione, spesso osteggiata o trascurata dalla stampa, formata unicamente di cittadini ottiene il 6,5 % va rispettata . E vanno rispettati i suoi eletti. Altrimenti non si sta rispettando la volontà popolare. E questo sarebbe un fatto gravissimo.
Da parte nostra se tentare di mediare tra sciocche dispute personali è una colpa. Allora Effetto Spezia è colpevole.
Colpevole di avere fiducia in chi si pone per la prima volta al timone della città e va quindi aiutato e non continuamente attaccato
utilizzando  motivazioni fatte di sciocca dietrologia e totalmente ridicole visto che il risultato colto è stato comunque importante.
Colpevole di aver voluto evitare attacchi tanto deliranti quanto fuori luogo a colui che abbiamo appoggiato quale nostro candidato Sindaco e a cui riconosciamo onestà intellettuale nei confronti della battaglie portate avanti per anni, certi che saranno ancora quelle , ma con la grande differenza che oggi le potrà fare dall’interno e  con l’aiuto di Baldino molte sarà anche possibile vincerle.
Insomma noi di Effetto Spezia  a differenza di chi si dissocia siamo” Colpevoli di coerenza”. Dote rara al giorno d’oggi… come chiaramente si evince se ancora ce ne fosse bisogno dagli attacchi ripetuti di questi signori… nostri ex associati.

Fabio Vistori – Presidente di Effetto Spezia  e candidato di Per la nostra città

Advertisements
Annunci
Annunci