Scalinata Cernaia, addio alla Sophora centenaria.

LA SPEZIA- Motoseghe in azione questa mattina in Scalinata Cernaia. Come annunciato dal Comune in conferenza stampa la settimana scorsa, è stato tagliato uno dei due alberi rimasti. Quello che, secondo la perizia dell’ingegner Luigi Sani, aveva i rami a rischio cedimento e che sarebbe potuto restare su solamente se puntellato. Ma la Soprintendenza puntelli non ne voleva (né tiranti, né corde), quindi non restava che abbatterlo, nonostante fosse un albero centenario e, quindi, degno di maggior interesse. Ma anche sul “centenario” ci sono dei dubbi; secondo l’Amministrazione, infatti, non ci sarebbero prove della reale età della Sophora, definita comunque “molto vecchia“. Secondo il Comitato, invece, l’albero aveva almeno 100 anni. E, soprattutto, si poteva e doveva salvare. La questione sicuramente non è di facile soluzione.

Il Comitato Cernaia fa sapere di avere in programma un incontro con la Soprintendenza, venerdì 6. In Comune non lo sapevano? Non si poteva aspettare ancora qualche giorno prima di procedere con l’abbattimento? O il Comune sapeva già con certezza che non c’era davvero più nulla da fare? A questa Giunta è toccata davvero una brutta grana, con la Scalinata lasciata letteralmente all’aria dalla precedente Amministrazione. Qualche giorno fa sono ripresi i lavori e, come rilevato dai membri del Comitato, hanno ben poco del restauro conservativo annunciato in conferenza stampa dall’assessore Luca Piaggi. 

La storia della Cernaia, quindi, non è ancora finita.

(Foto: Paola Polito)

 

Advertisements
Annunci
Annunci