Caratozzolo (Per la nostra città): “Incredibile che Melley abbia ancora il coraggio di parlare!”

LA SPEZIA- In altri Paesi coloro che hanno la responsabilità di disastri paragonabili a quelli fatti dalle giunte in cui Guido Melley era assessore alle finanze, non possono più fare politica. Solo in Italia questi soggetti hanno ancora il coraggio di parlare. A Guido Melley sarebbe utile chiedere – se se lo ricorda- quanti soldi ha ricevuto dai cittadini negli anni in cui, facendo l’assessore al bilancio e alle partecipate, ha riempito la città di debiti e di scempi. Possiamo parlare di Acam, fatta a pezzettini con un debito di 500milioni, oltre a una gestione comunale coinvolta in un record di indebitamenti e di consulenze, come quelle che portarono alcuni giovani rampanti del partito del sindaco a entrare nel suo gabinetto. Anni in cui alla città sono stati fatti doni come quel cimitero degli elefanti che è il centro Kennedy, l’attuale Piazza del Mercato, le Terrazze o il Piano Strategico, che è servito solo a creare nuovi debiti, favorendo alcuni e senza produrre niente di buono per la città. A Melley chiediamo se si ricorda quanti soldi ha avuto dai cittadini quando ha potuto sedere sulla poltrona di presidente di una società pubblica, Spezia Risorse, da lui creata su misura facendo l’assessore. Se non lo dirà lui lo diremo noi quanti sono i soldi pubblici ricevuti dagli spezzini. Pare evidente che oggi ne abbia nostalgia, probabilmente non riuscendo a concepire un ruolo nella sfera politica gratuito. Di sicuro possiamo dire che i soldi pubblici che ha ricevuto sono tanti e anzi – rispetto ai danni prodotti- troppi. Danni che i cittadini spezzini hanno pagato a caro prezzo e che continueranno a subire nel tempo e di cui qualcuno prima o poi dovrebbe vedersi chiedere il conto. Melley nel poco tempo avuto a disposizione nel ruolo di consigliere di opposizione, sta tentando di screditare la nuova amministrazione che sta realizzando un desiderio di antica data degli spezzini: liberarsi della classe politica di cui lui è stato uno dei protagonisti. Le persone che stanno lavorando per rimettere in piedi la città dopo i fallimenti prodotti anche da Melley, si sono messi al servizio dei cittadini con un impegno, in termini di qualità e quantità, che non sarà mai proporzionato all’entità del disastro politico, economico e sociale prodotto dalle amministrazioni precedenti. Oggi la città è considerata dalla maggior parte dei cittadini più pulita e più sicura. La polemica è parte integrante della politica quando è costruttiva. Quando cade su personalismi di maniera diventa penosa. Di certo sarà difficile attendersi suggerimenti politici e amministrativi positivi da chi, per evidenza dei fatti, ha dimostrato di produrre molti danni. A proposito della Presidenza del Consiglio Comunale, oggi possiamo contare su un Presidente che garantisce pieno servizio; negli anni precedenti quasi tutti i Presidenti del Consiglio hanno optato per garantire il ruolo a mezzo servizio e purtroppo i risultati di tipo economico e sociale, per i danni provocati dalle giunte passate, sono ancora evidenti.
Massimo Baldino Caratozzolo – consigliere comunale gruppo Per la Nostra Città

Advertisements
Annunci
Annunci