Scuola di Vela di Santa Teresa, precisazioni dell’Amministrazione di Lerici

LERICI – In relazione alle notizie legate alla Scuola di Vela di Santa Teresa diffuse recentemente sulla stampa locale, l’Amministrazione Comunale di Lerici precisa quanto segue.

Entro il 30 settembre 2017 i Comuni sono tenuti a procedere con una ricognizione di tutte le società partecipate in essere. Nel caso in cui queste non abbiano conseguito, nel triennio precedente, un fatturato medio superiore a cinquecentomila euro, nel caso in cui la società risulti priva di dipendenti o abbia un numero di amministratori superiore a quello dei dipendenti, se  non legate a fini istituzionali, le partecipazioni devono essere dismesse. E’ quanto stabilisce il “Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica”, costituito dal D.Lgs. del 19 agosto 2016 n. 175 (Riforma Madia).

Nel caso della società della Scuola di Vela di Santa Teresa, il Comune di Lerici è chiamato di conseguenza a cedere le proprie partecipazioni a un privato, nello specifico il 54% delle quote, o a mettere in liquidazione la società, al fine di garantire la continuità di  utilizzo dell’area demaniale finalizzato a scuola di vela.

L’Amministrazione Comunale di Lerici, considerata la prossimità di scadenza del contratto di gestione in essere tra la Scuola di Vela di Santa Teresa e il gestore Amarest srl, prevista per il 21 aprile 2018, ha da tempo avviato la richiesta per l’acquisizione della sede della scuola nel patrimonio comunale e intende acquisire direttamente la disponibilità del bene e dell’area limitrofa, avviando in seguito una procedura pubblica finalizzata all’affidamento della gestione secondo criteri che ne garantiscano lo scopo principale, ovvero quello di scuola di vela.

Advertisements
Annunci
Annunci