Francesco Battistini (Rete a Sinistra/LiberaMente Liguria): ostetricia e pediatria al San Bartolomeo di Sarzana, commissione consiliare per valutare l’ipotesi-riapertura

GENOVA– Il consiglio regionale valuterà in commissione i dati di un’ipotesi-riapertura del reparto ostetricia e pediatria del San Bartolomeo di Sarzana: questo il risultato della mozione presentata ieri dal consigliere di Rete a Sinistra / LiberaMente Liguria Francesco Battistini, su cui, però, si è scatenata la polemica strumentale dei consiglieri PD Paita e Michelucci. «Non è la prima volta che tocchiamo un nervo scoperto con la nostra azione politica, siamo abituati a queste reazioni scomposte. Quando però le reazioni diventano attacchi personali, inopportuni e sguaiati, è il segnale che chi polemizza non ha veri argomenti – dichiara Battistini -. Con la nostra mozione abbiamo chiesto uno studio di fattibilità per la riapertura del reparto ostetricia/pediatria a Sarzana: d’accordo con l’assessore Viale abbiamo deciso per il rinvio in commissione, in modo da approfondire la questione con esperti che verifichino i dati. Questi i fatti che hanno fatto scatenare i consiglieri PD: c’è aria di campagna elettorale, evidentemente devono appigliarsi a qualsiasi cosa».

«Paita mi ha accusato di avere una doppia personalità. Michelucci poi ha rincarato a mezzo stampa insinuando che io, d’accordo con l’Assessore Viale, sarei contro la riapertura: ma se sosteniamo proprio il contrario! Tant’è che vorremmo lo studio di fattibilità – sottolinea Battistini –Ci sembra che il PD sia più impegnato a difendere le scelte sbagliate del passato, fra cui la chiusura del punto nascite di Sarzana, piuttosto che ascoltare i cittadini, fornendo loro risposte basate sull’analisi della realtà».

«Chiedere approfondimenti in questo momento non è un gesto da campagna elettorale, ma è semplicemente il saper sfruttare la finestra aperta dal nuovo Piano Sanitario Regionale – conclude Battistini -. Spesso Paita e Michelucci tuonano contro l’ipotesi di privatizzazione del San Bartolomeo. Ma se oggi il rischio c’è, lo dobbiamo alla forte azione di destrutturazione avvenuta in passato, e perché l’ospedale sarzanese non ha più una vera vocazione specifica. Noi ci impegniamo a ritrovarla: questo il senso della nostra proposta di studio su ostetricia e pediatria. Per restare sul concreto, il PD faccia altrettanto nell’interesse della comunità».

Advertisements
Annunci
Annunci