“Pertini, uno di noi”: un libro ricorda il Presidente più amato

GENOVA– “Questo volume sarà inviato a tutte le scuole medie e superiori della Liguria affinché la figura del ‘Presidente più amato dagli italiani’ sia conosciuta dalle nuove generazioni. Pertini credeva nei giovani, con cui non ha mai cessato di dialogare con spirito aperto e di verità. Aveva una grande cura di loro, li ricordava sempre nei suoi discorsi e, da Presidente della Camera, ne incontrò 55mila. Ha continuato a riceverli anche da Presidente della Repubblica“. Così l’assessore alla Cultura di Regione Liguria Ilaria Cavo e il presidente dell’Istituto Ligure per la storia della Resistenza e dell’età contemporanea Giacomo Ronzitti che oggi – nel giorno del 121° anniversario dalla nascita di Pertini – hanno presentato il libro “Pertini, uno di noi” (edito dall’Ilsrec e supplemento alla rivista dell’Istituto Storia e memoria), una raccolta degli atti degli eventi più significativi della settimana delle ‘Giornate Pertiniane’, istituite e organizzate l’anno scorso da Regione Liguria per ricordare il Presidente più amato dagli italiani, nel 120° anniversario della nascita.

Il libro documenta il lascito morale del presidente Pertini, il suo ruolo politico-istituzionale e i momenti più significativi della sua vita, dalla partecipazione alla Grande Guerra, alla scelta di militare nel Partito Socialista fino al ruolo primario che ha svolto nell’ambito della Resistenza, raccogliendo documenti e testimonianze delle celebrazioni dello scorso anno, tra le quali l’inedito carteggio intercorso tra Sandro Pertini e l’avvocato Gerolamo Isetta.Quelle lettere, fino ad allora inedite e gentilmente concesse dalla famiglia Isetta per le Giornate Pertiniane – spiega l’assessore Cavosono state il filo conduttore dei numerosi eventi di quella settimana e hanno consentito di raccontare, in modo nuovo, un assoluto protagonista della nostra storia, ripercorrendo i momenti più significativi della sua vita, in particolare quelli meno conosciuti e più intimi dell’esilio”. “L’insieme di quegli eventi – aggiunge il presidente Ronzittici ha offerto l’opportunità di ripercorrere la vita di Pertini, le sue scelte e la sua biografia, che si intreccia in modo inscindibile a quella della Repubblica. Le ‘Giornate Pertiniane’ sono state uno stimolo per meditare sul suo lascito ideale, che è patrimonio del Paese e che racchiude in sé quel ‘patriottismo repubblicano’ che tutti dovremmo sentire come valore comunitario condiviso, essenziale per affrontare le sfide inedite del tempo presente”.

Alle celebrazioni dello scorso anno partecipò anche il Presidente della Repubblica Mattarella, che, esattamente un anno fa, dopo aver inaugurato il restauro della Casa Natale di Pertini a Stella, realizzato grazie ad un finanziamento di Regione Liguria, intervenne con una sua prolusione alla commemorazione ufficiale, presso la Fortezza del Priamar a Savona. Il suo intervento, i discorsi pronunciati dal presidente della Regione Toti e dagli altri rappresentanti delle istituzioni che parteciparono alle Celebrazioni, sono raccolti nel volume insieme alle relazioni degli storici. “Questo libro, così come il recupero della casa natale di Pertini – conclude l’assessore Cavorappresenta una sorta di restauro della sua eredità politica e morale per tutto il Paese”.

Il volume verrà donato anche tutti coloro che visiteranno la casa museo di Stella e sarà inviato alle biblioteche aderenti alla rete nazionale degli Istituti Storici.

Advertisements
Annunci
Annunci