Casagrande (Quartieri del Levante): “8 torrenti a rischio esondazione”

LA SPEZIA– Leggo con interesse il comunicato stampa del segretario della sezione del PD del levante signor Max Pannone.

Nonostante sia stato consigliere della ex V Circoscrizione deve aver dimenticato le pesanti iniziative dei cittadini dei quartieri del Levante (a partire da Muggiano sino a Canaletto) e le relative denunce alla Procura Della Repubblica, alla Regione ed agli enti locali per ottenere dagli stessi seri interventi strutturali di regimazione delle acque e per la eliminazione dei tappi alla loro foce a mare dovuti in parte a riempimenti ed in parte alla operatività delle banchine portuali.

Dopo le proteste e le denunce furono fatti 3 interventi strutturali ed esattamente sul “Vecchia Dorgia”, sul “nuovo Dorgia” e sul Fossamastra, interventi capillari a cui dovevano seguire interventi programmati di pulizia e di manutenzione del letto del torrente.
Voglio altresì chiarire che tale programmazione di pulizia e manutenzione deve far parte di un piano delle opere a monte dell’anno in corso con relativo costo economico pertanto,oltre a richiamare la necessità della pulizia del letto dei torrenti, si dovrebbe individuare la responsabilità della mancata programmazione e del relativo finanziamento.

E’ bene però chiarire anche che altri 5 corsi di acqua sono a rischio: il Cappelletto (via Tazzoli) e  il corso d’acqua che scorre a fianco alla caserma della Guardia di Finanza che sono già esondati più volte il cui sbocco a mare è fortemente impedito dal Porto commerciale; il canale Pagliari (in cui scaricano ancora le fogne del lato a mare di via Pitelli),i l Fosso del Vescovo a Ruffino ed il canale di Muggiano.

Ecco pertanto che non solo necessita la pulizia ma per metterli in sicurezza servono interventi strutturali per la regimazione delle acque ed ancora di più la eliminazione dei tappi che impediscono loro di arrivare al mare e le responsabilità di tutto questo sono dell’Autorità Portuale,della Regione e degli enti locali .

Allora un richiamo alla realtà e all’unità dei cittadini del levante per fare in modo che i fatti seguano le parole e come lo si pretende oggi da una amministrazione di colore diverso lo si doveva pretendere anche quando il proprio partito che governava la città.

Come mai non si è fatto?

Rita Casagrande, Quartieri del Levante

Advertisements
Annunci
Annunci