Repubblica premia le attività di Confcommercio inserendole nella propria storica guida

LA SPEZIA- Settantotto attività, divise tra ristoranti, alberghi, enoteche, bed&breakfast, affittacamere e luoghi di charme. Questo il numero delle strutture ricettive e pubblici esercizi aderenti a Confcommercio La Spezia ed operanti sul territorio provinciale segnalati, controllati e pubblicati dall’importante guida del quotidiano nazionale “Repubblica”. Un numero importantissimo di attività che testimonia sia l’alta qualità delle imprese sia come Confcommercio sia sempre più la casa di chi lavora con altissimi standard.

In primavera siamo stati contatti dalla redazione di “Repubblica” –spiega Roberto Martini, Direttore Provinciale di Confcommercio- per la prima fase di lavorazione dell’edizione 2017 della “Guida ai sapori e ai piaceri della Regione”, che ogni anno parla delle nostre regioni, presentando ai turisti e potenziali turisti dove dormire, dove mangiare, dove rilassarsi. Il tutto per una prima sinergia di collaborazione tra noi e il quotidiano nazionale e chiaramente per marketing territoriale e associativo. Ci è quindi stato domandato di inviare i contatti dei nostri ristoranti, bar, loungebar, stabilimenti balneari, alberghi, agriturismi, bed&breakfast ed affittacamere, affnchè la redazione stessa con i propri inviati e corrispondenti potesse poi passare alla seconda fase dell’operato facendo le interviste, i sopraluoghi e raccogliendo storie, segreti e curiosità. Il risultato è quindi questo volume (acquistabile in edicola o nelle librerie) e soprattutto un numero altissimo di nostre attività associate presenti. Per la precisione sono stati “premiati” con l’inserimento in guida 42 tra ristoranti e bar, 12 attività delle 5 terre, 6 botteghe del gusto, 4 tra bed&breakfast e agriturismi e 14 location di charme. Chiaro che dopo la felicità per la scelta dei giornalisti ora tocca a tutti noi affinchè le aspettative dei viaggiatori siano ripagate appieno, ma detto con tutta onestà ne siamo quasi certi. C’è poi la speranza, a questo punto, che per il 2018 si arrivi quasi alla soglia delle cento imprese a noi aderenti presenti in guida e che si riesca a continuare ad alzare il livello di qualità offerta da tutti. La torta di riso non è finita e comunque ci sono tante altre buone cose da mangiare o degustare o da vedere!”

Advertisements
Annunci
Annunci