Un appello per salvare dal crollo l’antica Chiesa di San Nicola a Fezzano

Fezzano –  La vecchia chiesia di S.Nicola, simbolo del paese va in rovina. Vinicio Ceccarini ha pensato bene di lanciare l’ennesimo appello per provare a salvare l’antica chiesa e proprio in questi giorni ha dato una bella mano di impregnante al portone rovinato dagli agenti atmosferici (vedi foto) , un gesto effettuato nel tentativo di stimolare l’attenzione sull’antica chiesetta. In questi anni Vinicio Ceccarini ha organizzato vari eventi e attività per cercare di salvare l’antico edificio come la pubblciazione di un libro con vari esperti tra cui Gianfranco Bergich e Eliana Vecchi dedicato ad un progetto di restauro partecipato Edizioni Giacché, un concerto nella piazzetta ed  è riuscito a ripararne il portone.

In proposito ha dichiarato: La Chiesa di S.Nicola è oggi in condizione drammatiche. Ha urgente necessità di un intervento per la sistemazione del tetto. Questa Chiesa il simbolo di un paese muore nell’indifferenza. Come cittadino ho sollevato il problema. Lescuole di Fezzano hanno accolto l’invito. Per la prima volta la vecchia chiesa è stata utilizzata per un presepio, i ragazzi delle scuole hanno elaborato un progetto che ha avuto ampio consenso, qualcuno generosamente ha anche pagato il nuovo portone, l’arch. Berghich ha scritto un bel libro, il prof. Modelli dell’Università di Bologna ha suggerito idee, giovani architetti sono disponibili a lavorare al restauro. Oltre tutto nella chiesa è conservato un pregevole dipinto del ‘600 e la campana è di fattura molto particolare.Tutto questo permette di realizzare un progetto di restauro partecipato. Ora è necessario l’intervento di tutti per salvare l’antico edificio di Fezzano. Possiamo ancora fare qualcosa prima che vada definitivamente in rovina. Il presepe  dei ragazzi di Fezzano fatto con pezzi di resti di mare è stato mandato alla comunità italiana della Crimea, discendnete dagli antichi genovesi signori della Crimea.

Advertisements
Annunci
Annunci