Rita Casagrande: “Comitato per Pagliari? Manovra prettamente politica, io non ci sto”

LA SPEZIA– Il quartiere di Pagliari, che da tempo definisco inesistente, ha comunque sempre avuto una voce che ha provveduto a fare in modo che le cose che accadevano, o non accadevano, giungessero a chi di dovere. Ovviamente, essendo l’amministrazione quella che era mai nessuno ha provveduto a fare in modo che quanto era, non necessario, ma indispensabile venisse fatto.

Ora pare che la mia voce, appoggiata da un certo numero di cittadini del quartiere che hanno lavorato fianco a fianco con me, non sia più sufficiente e qualcuno ha indetto per questa settimana una riunione, per istituire un Comitato di quartiere che dovrebbe avere il compito di far pervenire le istanze alla nuova amministrazione (in carica da nemmeno 2 mesi)-

Pare si sia contattato il Sindaco, cosa della quale mi accerterò quanto prima e che lo stesso abbia risposto in modo poco garbato (se così vogliamo metterla).
Durante gli ultimi, ma non i soli, 10 anni di malgoverno durante i quali non solo non è stato fatto nulla di positivo per il nostro quartiere, ma si è stati defraudati del denaro dato al comune per Pagliari da Enel (cosa per cui ho fatto denuncia alla Corte dei Conti) e ora pare che in due mesi si dovesse fare tutto quello che non si è fatto sino ad oggi.

Non sono ancora riuscita a capire la ragione per cui si sia ritenuto necessario un comitato, quando esiste un coordinamento perfettamente funzionante, ma quello che è certo è che si è ritenuto giusto far partecipare un ex consigliere PD, che non vive neppure a Pagliari, ma a Ruffino e la cosa mi fa pensare ad una manovra prettamente politica che non intendo avvallare in alcun modo.

Quello che è certo è che sino ad oggi il quartiere sia rimasto muto sui soprusi che abbiamo subito e l’unica voce fuori dal coro sia stata la mia, aiutata da un piccolo sparuto gruppo di abitanti consapevoli che la loro solidarietà ed il loro aiuto mi fossero indispensabili;  col loro aiuto e quello di altri al di fuori dal quartiere siamo riusciti a non far riaprire la discarica Saturnia. Va da sé che si vuole mettere in difficoltà un’amministrazione appena insediatasi, cosa alla quale non posso associarmi.

Per il coordinamento dei quartieri del Levante

Rita Casagrande

Advertisements
Annunci
Annunci