Il Comune di Fivizzano valuta se denunciare per apologia di fascismo l’insegnante carrarese

FIVIZZANO– Vista la notizia pubblicata sui quotidiani locali dove viene riportato che un insegnante carrarese si faceva fotografare mentre festeggiava la conquista della vetta del Monte Sagro con in mano una bandiera della Repubblica di Salò, l’Amministrazione Comunale di Fivizzano decorata di Medaglia d’Argento al valor Militare e Medaglia d’oro  al merito civile, comunica che  valuterà se ci siano gli estremi della denuncia penale per apologia del fascismo cosi come previsto dall’art.4 della legge 20 giugno 1952 n.645 e da leggi successive che sanziona chiunque promuova od organizzi sotto qualsiasi forma, la costituzione di un’associazione , di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure chiunque pubblicamente esalti esponenti, principi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche.

L’Amministrazione ritiene  il  comportamento tenuto dall’insegnante  un  grave oltraggio  alla memoria delle 174 vittime di Vinca evidenziando  che proprio domani ricorrerà il 73° anniversario della strage nazifascista.

Paolo Grassi, sindaco di Fivizzano

Advertisements
Annunci
Annunci