Gli Enti del Territorio in visita al Bioparco dei Frignoli

Fivizzano – Il Bioparco dei Frignoli, il centro per la divulgazione e conservazione della biodiversità che ha riaperto i battenti quest’anno dopo un periodo di ristrutturazione, ha ha ricevuto giovedi scorso la visita dei vertici degli Enti del Territorio: Il Sindaco Paolo Grassi, il vice Massimiliano Plicanti e gli assessori Giovanni Poleschi e Francesca Nobili e il consigliere Claudio Ricciardi, il Presidente Fausto Giovanelli e Giuseppe Vignali direttore del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, il Presidente Riccardo Ballerini e la Vice segretaria Sara Tedeschi dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana, quest’ultimo titolare della struttura. La delegazione è stata accolta dai gestori della Cooperativa AlterEco e dai responsabili di Legambiente che collaborano alla valorizzazione del Bioparco.

La visita ha avuto riscontri positivi e una certa sorpresa per il risultato degli interventi di miglioramento che sono stati fatti. Il Bioparco dei Frignoli infatti oggi è una struttura unica nel suo genere, molto articolata, che attrae l’interesse sia dei turisti (con il rifugio, il parco con le aree picnic e barbecue, il grande acquario fluviale, il percoso acrobatico tra i grandi alberi, e il campeggio natura) che degli istituti scolastici e universitari (con l’orto botanico, il laboratorio botanico didattico e la banca del germoplasma). È un riferimento anche per il mondo della pesca di qualità, con gli incubatoi per la riproduzione delle trote autoctone e del gambero di fiume, specie in riduzione e protette. Tutti gli Enti hanno sottolineato il sostegno dato finora al Frignoli cofinanziando il progetto di miglioramento realizzato con il contributo della Regione Toscana con fondi europei. AlterEco e Legambiente, che si sono impegnati negli ultimi mesi in un grande lavoro (coinvolgendo anche decine di volontari) per aprire al pubblico la struttura, e che la gestirannocon proprie risorse, hanno sottolineato come gli Enti del territorio adesso si debbano impegnare a riconoscere e supportare il Frignoli come una grande risorsa di tutto il territorio nei settori del turismo, dell’educazione ambientale, e della tutela della biodiversità.

Su stimolo del Sindaco di Fivizzano, Paolo Grassi, Il presidente del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, Fausto Giovanelli, si è impegnato a sostenere attività didattiche e turistiche e soprattutto realizzare con Legambiente nazionale un progetto per individuare il Frignoli come Centro per lo sviluppo dell’Agroecologia per tutta l’Area del Parco e della Riserva del Biosfera Unesco.

A settembre inoltre il Parco ha invitato tutti gli insegnanti delle 4 provincie del Parco ad un seminario a Fivizzano che vedrà la visita anche al Bioparco dei Frignoli. Il Presidente dell’Unione di Comuni Montana Lunigiana, Riccardo Ballerini, rimarcando l’impegno profuso per i lavori necessari alla riapertura della struttura, conferma l’impegno dell’Ente che è anche titolare della struttura, a terminare i lavori di manutenzione straordinaria e ripristino.

 

Advertisements
Annunci
Annunci