Caso Fazzari: l’appello a Mattarella

L’azienda di Rolando Fazzari, nonostante le dichiarazioni solidali del Presidente della Regione Liguria, rischia di non vedere l’autunno. Per tentare un’altra volta di richiamare l’attenzione sul suo caso incredibile (un imprenditore che si ribella alla ‘ndrangheta, lasciato solo da tutte le Istituzioni) un gruppo di cittadini ha promosso una petizione lanciata da questo giornale su Change.org per il presidente della Repubblica Mattarella

Sergio Mattarella a causa della mafia ha perduto un fratello; Rolando Fazzari, come “effetto collaterale” della ‘ndrangheta, un figlio diciottenne.

A queste ingiustizie nessuno può più porre rimedio, ma la Ligur Block può ancora essere salvata.

Ci auguriamo che le Istituzioni facciano, da oggi, il proprio dovere: tutelare gli onesti, rispettare il lavoro, combattere la malavita.

Hanno firmato come promotori della petizione anche due gruppi consiliari presenti nel Consiglio comunale di Savona, Rete a Sinistra – Savona che vorrei e Noi per Savona, oltre alla sezione savonese del Partito della Rifondazione Comunista.

Ecco l’elenco dei primi promotori:

Mimmo Lombezzi

Mario Molinari

Giovanna Servettaz

Antonietta Ferrari

Maria Gabriella Branca

Nicola Stella

Christian Abbondanza

Daniela Pongiglione e Gruppo Consiliare Noi Per Savona – Consiglio Comunale di Savona

Marco Ravera e Gruppo Consiliare Rete a Sinistra/Savona Che Vorrei – Consiglio Comunale di Savona

Fabrizio Ferraro e Partito della Rifondazione Comunista – Federazione di Savona

Danilo Maramotti

Maurizia Nichelatti

Sergio Zunino

Ennio Remondino

Fabio Palli

Simona Tarzia

Maria Luisa Torti

Mario Muda

Stefano Corradino

Cristina Porta

Marco Sferini

Paola Bearzi

Alice Beltrame

Stefano Milano

Chiediamo a tutti di aiutarci a diffondere la petizione, che trovate a questo link: https://www.change.org/p/ill-mo-presidente-della-repubblica-chiar-mo-prof-onorevole-sergio-mattarella-un-padre-contro-la-ndrangheta-salviamo-dal-fallimento-rolando-fazzari/fbog/760990075?recruiter=760990075&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=share_for_starters_page&utm_term=autopublish

Per il nostro diritto alla legalità, che poi è anche il diritto alla democrazia.

FONTE: NININ LIGURIA  

Advertisements
Annunci
Annunci