Mangia Trekking per gli agricoltori delle Cinque Terre

CINQUE TERRE– Nei giorni scorsi, l’associazione Mangia Trekking ha condotto a conoscere il territorio del Parco Nazionale delle Cinque Terre un noto operatore di marketing di una importante azienda veneta del settore alpinismo-escursionismo. A Riomaggiore, durante la visita alla produzione dello sciacchetrà presso l’Azienda Agricola Terra di Bargòn, tra i “top cento” 2011 di Golosaria, uno dei titolari della famiglia Bonfiglio, mentre descriveva il processo di lavorazione delle uve, ha evidenziato quanto fosse necessario ripristinare un sentiero che conduce nei vigneti dell’azienda. Quantomeno per facilitare le condizioni di lavoro nel trasportare in salita le uve, dal vigneto alla cantina di trasformazione. Sensibile al valore della fatica, e di quello sciacchetrà che nasce dove i ciàn ( i terrazzamenti ) scolpiscono la montagna, l’associazione Mangia Trekking, in virtù di una importante collaborazione con l’Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre, non ha perso tempo.

Nonostante il caldo torrido di questi giorni, ha inviato due suoi giovani capaci operatori, Roberto e Dick, per ripristinare al meglio l’intero camminamento che da Bargone scende a Riomaggiore, per rendere prima di tutto all’azienda, più agevole quell’antico lavoro di trasporto delle uve nei giorni della vendemmia, e poi per valorizzare un’antica via di transito possibile per gli escursionisti e per le genti del luogo. Con tale spirito l’associazione si muove ed opera, convinta che il recupero e la cura dei terreni incolti, ed il sostegno agli agricoltori attivi nei luoghi siano una priorità assoluta.

Advertisements
Advertisements
Advertisements