Assessore Ilaria Cavo: “Sostegno ai disabili priorità assoluta della Giunta regionale”

GENOVA- “Il sostegno ai disabili è una assoluta priorità di questa Giunta. Lo dimostrano i numeri e tutti gli interventi realizzati nel 2016. Senza contare il sostegno che Regione garantisce ai giochi paralimpici giovanili in programma in autunno a Genova e Savona e all’ultimo bando sull’inclusione sociale, aperto da quest’anno per la prima volta anche alle realtà sportive e culturali”. Così l’assessore regionale a Cultura, Sport e Formazione Ilaria Cavo, risponde al Pd in materia di sostegno al trasporto degli alunni disabili.

Entrando nel merito dell’impegno della Giunta a sostegno dei disabili, per quanto riguarda il 2017 le risorse statali sono state confermate nella Legge di Stabilità. La Liguria è in attesa del decreto di riparto fra le regioni per procedere, come accaduto anche nel 2016, al trasferimento delle risorse alle Province liguri e alla Città Metropolitana di Genova. “Da parte nostra – spiega l’assessore alla Formazione – garantiremo, come già avvenuto in passato, il nostro sostegno ai disabili. In ogni caso abbiamo attivato, tramite apposite comunicazioni a Province, Comuni, scuole paritarie e Alfa (agenzia per il lavoro, la formazione e l’accreditamento) la rilevazione del numero dei disabili, che è il criterio in base al quale le risorse regionali vengono distribuite”.

Per quanto riguarda il 2016, Regione Liguria ha stanziato circa 3 milioni e 540mila euro per il sostegno dei disabili: di questi, oltre 1 milione e 500mila euro (1.500.954,63 euro) erano di provenienza regionale e poco più di 2 milioni di euro (2.039.045,37 euro) di provenienza statale. Tutte le risorse statali sono state integralmente destinate alle Province e alla Città metropolitana, assieme a oltre 420mila euro di quota regionale. Questa la ripartizione dettagliata: 1 milione e 428mila euro alla Città Metropolitana di Genova, 271mila euro alla Provincia di Imperia, 302mila a quella della Spezia e 457mila a quella di Savona. Queste risorse vengono poi utilizzate per garantire non solo il servizio di trasporto scolastico a favore degli studenti disabili, ma anche servizi di assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale, ad esempio attraverso la fornitura di figure specialistiche o la fornitura di ausili quali testi braille o altri. Le rimanenti risorse regionali (poco più di un milione di euro) sono state utilizzate direttamente da Regione per: interventi per l’integrazione degli studenti disabili nei percorsi di istruzione e formazione professionale (400mila euro); interventi per l’inserimento di ciechi e ipovedenti nella scuola e nei percorsi formativi (40 mila euro); sostegno a favore di studenti disabili nell’ambito delle istituzioni scolastiche paritarie (300 mila euro); contributi a favore dei Comuni per interventi a sostegno dell’integrazione degli alunni disabili nella scuola primaria e secondaria di primo grado (340mila euro).

Da queste cifre risulta evidente – conclude l’assessore Cavoche Regione Liguria ha sempre sostenuto e continuerà a sostenere, attraverso l’erogazione di risorse proprie alle Province e alla Città Metropolitana, il servizio di trasporto scolastico a favore degli studenti disabili”.

 

 

 

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci