Nuovi voucher, rallentamenti e disagi

LA SPEZIA– Partenza tutta in salita per gli spezzini alle prese con i nuovi voucher. Utilizzatori e prestatori che vogliono avvalersi della nuova disciplina delle prestazioni occasionali (Libretto famiglia e contratto di prestazione occasionale) devono scontrarsi con una operatività non completa, nonostante la Circolare Inps sia uscita lunedì 10 luglio. Infatti, ad oggi, numerose sono le anomalie che si riscontrano nella piattaforma informatica dell’Inps, (anomalie, ad esempio, legate al fatto che nella sezione Partita Iva/codice fiscale sembra possibile inserire solo campi numerici), inoltre, discordanze di interpretazione sulla operatività, si rilevano tra gli uffici dell’Inps sede della Spezia e gli interlocutori dei contact center dell’Inps.

Ad esempio, mentre gli uffici dell’Inps della Spezia affermano che il “Pin” non è necessario per i “prestatori”, gli operatori dei contact center affermano invece che è essenziale. Pertanto, “utilizzatori” (coloro che danno lavoro) e “prestatori” (coloro che vogliono lavorare) devono oggi, in prima persona, districarsi nella nuova normativa per fare le pratiche, senza l’aiuto degli intermediari abilitati (commercialisti, consulenti del lavoro) in quant è previsto il loro l’ausilio, solo a partire dalla fine di luglio. Inoltre, non è ancora possibile iniziare a fare i versamenti a mezzo modello F24 Elementi identificativi (ELIDE), con l’indicazione delle causali di pagamento, “CLOC” per il Contratto di prestazione occasionale e “LIFA” per il libretto di Famiglia, in quanto non sono ancora pronti i controlli dei software, che devono riconoscere le nuove causali. Pertanto tutto è fermo e gli “utilizzatori” stiano all’erta nell’utilizzare i “prestatori” per non incorrere in pesanti sanzioni.
Mario Bonelli Dottore commercialista in La Spezia

Advertisements
Annunci
Annunci